Infiammazione alla prostata: ecco i principali sintomi e le potenziali cure

Infiammazione alla prostata: ecco i principali sintomi e le potenziali cure

Combattere l’infiammazione all prostata in poche e semplici mosse. Analisi dei sintomi, delle cause e possibili rimedi a portata di click

Pubblicato : 18/02/2016 17:01:01
Categorie : Benessere e sessualità , Enrico Nunziati , Rimedi per la Terza eta

L’infiammazione alla prostata è una problematica che prima o poi riguarda tutti gli uomini: essa si manifesta attraverso piccoli ma ripetuti fastidi al pene, allo scroto, tra scroto e ano e nella parte inferiore della schiena. Spesso accusare dolore subito dopo l’eiaculazione, può essere un’ulteriore spia da non sottovalutare. Ad ogni modo, si sono individuati due tipi di infiammazione alla prostata:

  • La prostatite cronica, dalle cause ancora poco note.
  • La prostatite batterica, causata invece da un’infezione alla prostata. Questo tipo di infiammazione può, a sua volta, essere cronica o acuta.

prevenire infiammazione prostata

Infiammazione alla prostata: cosa fare

Per prima cosa è indispensabile rivolgersi al proprio urologo di fiducia che vi consiglierà di fare esami specifici, tra cui quello delle urine e del sangue. A seguire, se si dovesse presentare la necessità, sarà opportuno procedere con un esame urodinamico, con una cistoscopia, con una ecografia transrettale ed eventualmente anche con una biopsia.

Prevenire l’infiammazione alla prostata è possibile?

Purtroppo, prevenire l’infiammazione alla prostata non è possibile. Oltre a fare dei controlli a scopo preventivo e a curare in modo particolare l’alimentazione, non esistono farmaci o rimedi naturali per evitare l’insorgere di tale problematica. Tuttavia, durante il trattamento della prostatite batterica è consigliabile alimentarsi in maniera ottimale, evitando cibi troppo speziati, irritanti e piccanti. Anche il caffè, analogamente ad altre sostanze eccitanti, è sconsigliato.

rimedi naturali contro i problemi della prostata

Infine, oltre a un regime dietetico specifico, si può fare affidamento su integratori alimentari naturali tra cui spicca la Serenoa: una palma nana, proveniente dagli Stati Uniti meridionali. Nota per le sue proprietà diuretiche, sedative, anti-androgene, anti-infiammatorie e anti-essudative, essa agisce in maniera specifica nelle cellule prostatiche limitando la proliferazione cellulare, responsabile dell'ingrossamento della prostata.  

L'effetto terapeutico della Serenoa è indiscusso e sintomatico dell’interazione tra il metabolismo cellulare e il testosterone a livello prostatico. Altri benefici potrebbero derivare dall'effetto spasmolitico e decongestionante della mucosa vescicale ed uretrale, che si verificano in queste patologie dell'apparato uro-genitale. Per prevenire possibili effetti collaterali come lievi dolori di stomaco, senso di nausea, diarrea e possibili interazioni non dimostrate con terapie ormonali, è consigliabile consultare il proprio urologo di fiducia a cadenza trimestrale.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)