STITICHEZZA E DISSENTERIA

Quando si parla di intestino spesso facciamo una faccia un po' disgustata eppure fa parte di un apparato, quello gastro-enterico, estremamente importante per il nostro organismo e per la nostra vita. Tra i vari disturbi che colpisono l'intestino, qui parliamo dei più noti, dissenteria e stitichezza.


Indice degli argomenti trattati in questa pagina:

- Come é fatto l'intestino
- Cosa é la stipsi (o stitichezza)
- Tipi di stitichezza
- Un problema che non ha età
- Cause della stitichezza
- Impiego di lassativi
- I fermenti lattici
- Diarrea: un altro disturbo intestinale
- Cause della diarrea
- Rimedi naturali

Tempo di lettura totale:
8 minuti

COME E' FATTO L'INTESTINO ?
L' intestino è una porzione dell'apparato digerente compresa tra il piloro e l' orifizio anale. Si suddivide in intestino tenue e intestino crasso. A sua volta l'intestino tenue è composto da duodeno e intestino tenue mesenteriale, che si distingue in digiuno e ileo. L'intestino crasso, nel quale si innesta l'intestino tenue, comprende il cieco con l'appendice cecale, il colon , il retto e l'orifizio anale.

COSA E' LA STIPSI ( O STITICHEZZA )
Stipsi viene dal greco “stipsis” che vuol dire restringimento. Si parla di stipsi quando:
- il numero delle evacuazioni è inferiore a 2 3 volte la settimana
- le feci si presentano dure e disidratate
- c'è dolore al momento della defecazione
- rimane il senso di una defecazione incompleta

Esistono 2 tipi di stitichezza:
stitichezza occasionale - fenomeno passeggero causato da sbalzi climatici, emozioni improvvise, viaggi.
stitichezza cronica – dovuta a scorrette abitudini alimentari, sedentarietà, uso prolungato di farmaci o malattie croniche intestinali ( diverticolite, ragadi, emorroidi, colite spastica, diabete, depressione ).

STITICHEZZA: UN PROBLEMA CHE NON HA ETA'
Soffre di stitichezza circa il 20% della popolazione ed è uno dei disturbi più diffusi della società moderna. Secondo un'indagine recente 7 italiani su 10 soffrono di tale disturbo e sono soprattutto donne.

Le donne in età fertile producono progesterone, un'ormone che determina il rilassamento delle pareti intestinali prolungando il tempo di evacuazione. Durante la gravidanza la produzione di progesterone raddoppia ed è quindi facile comprendere perchè molte gestanti accusino spesso il disturbo della stipsi, acentuato dal fatto che il colon subisce una dislocazione.

Nei bambini la stitichezza è spesso dovuta a scorrette abitudini quali:
- mangiare poca frutta e poca verdura
- sopprimere lo stimolo per giocare o guardare la TV
- bere troppo poco

Negli anziani la stipsi è un problema molto frequente poiché la dieta alimentare diventa monotona e con masticazione spesso incompleta, l'attività fisica è scarsa o nulla, l'assunzione di liquidi è insufficiente e vi è, di solito, un considerevole uso di farmaci.

LE CAUSE DELLA STITICHEZZA
In pratica abbiamo già visto quali possono essere le cause della costipazione intestinale:
Alimentazione ricca di cibi raffinati, assunzione di bevande alcoliche, scarsa introduzione di fibre con frutta, verdura o pane integrale ( le fibre assorbono liquidi e sollecitano i movimenti dell'intestino indispensabili per la sua funzionalità ).
Scarso apporto di liquidi, importanti poiche vengono riassorbiti a livello del colon e aumentano la massa fecale.
Soppressione dello stimolo evacuativo per ragioni di convenienza sociale.
Scarsa attività fisica.
Fattori psicologici ( ansia, stress, depressione ).
Assunzione di farmaci che determinano stipsi come effetto collaterale ( ansiolitici, antidepressivi, antiacidi ).
Uso continuato ( si può parlare di abuso ) di lassativi.
Malattie dell'apparato digerente e del colon retto ( ragadi, emorroidi, diverticoli ).
Alterazione della microflora intestinale.

IMPIEGO DEI LASSATIVI PER COMBATTERE LA STITICHEZZA
Se si seguono le regole di vita che si possono facilmente comprendere dopo aver letto ciò che è stato scritto fin qui non ci sarà mai bisogno di utilizzare lassativi, almeno in maniera esagerata.
L'uso occasionale di lassativi è una pratica normale ma l'abuso è solo dannoso.
Nel mondo vegetale sono svariate le piante che possiamo utilizzare e che molto spesso sono presenti, nelle varie formulazioni, in associazione tra loro.
Frangola, cascara, rabarbaro, senna sono lassativi antrachinonici che stimolano la motilità intestinale ed agiscono dopo 6-12 ore dalla somministrazione. Sono sconsigliati in gravidanza e durante l'allattamento poiché passano nel latte rendendo anche questo lassativo, con spiacevoli conseguenze per il bambino. Sono sconsigliati anche nella congestione emorroidaria.
L' olio di mandorle dolci è un olio grasso ottenuto per pressione a freddo dei semi maturi di Prunus Amygdalus, var.dulcis.
La sua azione come lassativo è quella di lubrificare e ammorbidire la massa fecale,riducendo gli sforzi richiesti per la defecazione. E' un liquido giallo pallido, molto fluido, quasi inodore, di sapore dolciastro. La dose utilizzata è di circa 20 ml al dì e può essere utilizzato in gravidanza.
L' Aloe è un succo estratto da una pianta sempreverde, con fogliame grasso. Ne esistono circa 350 specie ma quelle utilizzate in campo erboristico sono prevalentemente due : Aloe Barbadensis Miller (Aloe Vera ) e Aloe Arborescens Miller.
Nell' intestino l' aloe agisce contro la pigrizia intestinale, aumentando la peristalsi ( cioè i movimenti dell'intestino ).
La colite, la diverticolite e le patologie a carico dell'intestino tenue poiché presenta azione antinfiammatoria, lenitiva e cicatrizzante.
La diarrea in quanto l'aloe possiede anche azione antibatterica e antisettica
L'insediamento di una flora batterica pericolosa, essendo efficace contro microrganismi quali salmonella, streptococchi, stafilococchi e micosi quali Candida albicans intestinale.
Da tutto questo si evince che si può parlare di Aloe come regolarizatore intestinale piuttosto che come semplice lassativo.

Ultimamente si tende sempre più a rieducare l'intestino alla sua funzionalità piuttosto che somministrare lassativi antrachinonici che, abbiamo visto, sono utili soprattutto nei casi di stitichezza occasionale.

I fermenti lattici
I probiotici sono fermenti lattici che normalizzano la flora batterica intestinale regolarizzando le funzioni fisiologiche.Quando la microflora intestinale viene arricchita dalla presenza di questi fermenti si riattiva, riportando tono alla motilità intestinale e favorendo così la sua naturale funzionalità.
Non tutti i fermenti lattici sono probiotici. Lo sono quelli che raggiungono l'intestino in condizioni vitali, resistendo a valori estremi di pH, all'azione dei sali biliari e del succo pancreatico, senza danneggiare in alcun modo l'organismo umano.

I 4 fermenti probiotici più utilizzati sono:

Lactobacillus acidophylus
Lactobacillus rhamnosus
Lactobacillus sporogenes
Bifidobacterium bifidum


DIARREA : UN ALTRO DISTURBO INTESTINALE ASSAI FASTIDIOSO!
La diarrea è un disturbo caratterizzato dalla evacuazione di un maggior volume di feci a consistenza ridotta più volte il giorno e, a volte, anche la notte. Può essere associata a crampi dolorosi ( tenesmo ) ed espulsione di gas.


CAUSE DELLA DIARREA
Viaggi in paesi esotici, a causa di acqua, alimenti e sbalzi climatici.
Malattie che determinano una riduzione della superficie assorbente intestinale ( morbo di Crohn, celiachia)
Disturbi della peristalsi ( ipertiroidismo , sindrome del colon irritabile )
Alterazioni anatomiche per asportazione chirurgica di tratti di intestino

RIMEDI NATURALI
Abbiamo già visto due importanti rimedi che possono essere utilizzati anche in questo caso poiché sono essenzialmente dei riequilibratori a livello intestinale e cioè Aloe e Probiotici.
Tra le piante tutte quelle che contengono tannini hanno azione astringente e disinfettante a carico dell'apparato intestinale e delle vie urinarie. Possiamo ricordare il Mirtillo nero ( Vaccinium myrtillus L. ), il Tè ( Thea sinensis L.), la Vite rossa ( Vitis Vinifera L. ) e i semi di pompelmo.
Tra gli oli essenziali sono attivi contro la diarrea salvia, arancio, lavanda, santoreggia, noce moscata. Naturalmente l'uso degli oli essenziali non è semplice poiché devono sempre essere diluiti in olio di mandorle e utilizzati in quantità minime ( 2 gocce 2 3 volte al dì ).


Letture correlate
STITICHEZZA E Probiotici
Stitichezza, alimentazione e rimedi naturali

Erboristeria online

Rodiola.it è l'erboristeria online che dal 2000 propone vendita on line di prodotti naturali per la bellezza ed il benessere.

Giudizi di rodiola.it
 
 
 
 
 

Rimedi naturali


SPEDIZIONI

spedizioni dei prodotti

I tuoi acquisti viaggiano con i migliori corrieri espressi che consegnano in 24h/48h


PAGAMENTI

Come pagare i tuoi acquisti

Carta di credito - Contrassegno - Bonifico bancario - Bollettino postale


REGISTRO DELLE IMPRESE Sito sicuro Rodiola.it FEDERCOMIN