Mal di testa

Esistono svariati tipi di mal di testa ognuno dei quali ha una sua precisa causa ed una sua specifica conseguenza. Conoscerne i vari tipi (cefalea, emicrania, etc.) e le varie cause può essere di aiuto a prevenire o a sopportare questo problema.

Argomenti:
- cos'è e quali sono i sintomi
- cause di mal di testa
- chi ne soffre
- cosa fare
- rimedi naturali

tempo di lettura 7 minuti

Cos'è e quali sono i sintomi
Con l'espressione “mal di testa” si intendono diversi tipi di cefalea: la cefalea a grappolo, quella con aura, quella muscolo-tensiva, quella del week-end.
Si tratta di un disturbo molto diffuso e invalidante, che è ancora intensamente indagato visto che non è ancora molto conosciuto.
Tra queste forme la più terribile è sicuramente l'emicrania, nella quale il dolore è localizzato in un solo emisfero del capo e si accompagna con altri sintomi quali: nausea, vomito, fastidio per la luce (fotofobia) e per il rumore (fonofobia).

Cause di mal di testa
Certe persone sembrano essere più predisposte rispetto ad altre verso la cefalea, e ciò suggerisce una certa familiarità della malattia. Gli istituti scientifici stanno ricercando eventuali fattori genetici e di ereditarietà.
Per quanto riguarda il fattore scatenante è diverso da persona a persona.
I fattori fisiologici e psicologici sono: stanchezza, stress psico-fisico, situazioni di post-stress (week-end e vacanze), ansia e depressione.
Chi soffre di mal di testa sa che si devono tenere in considerazione fattori ambientali tipo flash, luci intermittenti, cambi di temperatura, umidità e altitudine, odori e rumori intensi.
Bisogna anche stare attenti all'alimentazione in quanto un consumo eccessivo di alcol, cioccolato, aspartame, nitrati, formaggi e glutammato monosodico possono scatenare un attacco di mal di testa.
Inoltre ci sono fattori ormonali: le donne durante il ciclo mestruale, l'ovulazione, l'assunzione di contraccettivi orali e la menopausa possono incorrere anche regolarmente nella cefalea. Anche l'abuso di alcuni farmaci e l'uso di sostanze psico-attive come la cocaina e la marijuana sono state talvolta annoverate come cause di mal di testa.
Dal punto i vista organico si è ritenuto a lungo che il mal di testa dipendesse da una vasodilatazione di alcuni vasi sanguigni cranici e infatti le terapie erano mirate ad agire su questo fenomeno.
Oggigiorno si ritiene che l'emicrania colpisca persone con un sistema nervoso più vulnerabile nei confronti dei cambiamenti sia esterni (temperatura, luce, rumore), sia interni (stanchezza, livelli ormonali) all'organismo.
Secondo alcuni ricercatori un'infiammazione dei vasi sanguigni potrebbe portare ad un'irritazione delle terminazioni nervose con la comparsa del sintomo doloroso. Secondo altri la vasodilatazione dei vasi sanguigni cranici sarebbe una conseguenza e la causa sarebbe un'alterazione nervosa non chiara.
Il rilascio a livello cerebrale di serotonina, di prostaglandine e di una sostanza di origine peptidica denominata sostanza P scatena in ogni caso il dolore.

Chi ne soffre
Il mal di testa colpisce il 15% della popolazione, in prevalenza donne che sono colpite il doppio o il triplo degli uomini, ed è talmente invalidante che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l'ha inserita tra le 20 cause di invalidità più diffuse.

Cosa fare
Prima di tutto bisogna cercare di evitare le cause ambientali.
Chi soffre spesso di questo disturbo sa che cosa lo può scatenare e deve cercare di prevenirlo.
Quindi l'alimentazione deve essere controllata (certi cibi vanno evitati o consumati moderatamente); il sonno deve essere sufficiente e non eccessivo, bisogna fare un basso uso di alcol e non usare sostanze psico-attive.

Rimedi naturali
Molte persone traggono sollievo dall'agopuntura, soprattutto nelle cefalee muscolo-tensive, causate quindi da contratture, artrosi cervicale ecc.
Altri utilizzano l'idroterapia, e fanno uso quindi di tecniche terapeutiche come ad esempio pediluvi alternati di acqua calda e fredda. Anche le tecniche di rilassamento e di meditazione aiutano chi soffre di mal di testa.
In fitoterapia si può usare il salice, come sostituto naturale dell'aspirina (acido acetil-salicilico) che non dà effetti collaterali. I salicilati hanno un effetto anti-infiammatorio e, se assunti alla comparsa del sintomo, possono farlo scomparire. Inoltre riducono quei disturbi che accompagnano la cefalea (nausea, vomito ecc.). Per ridurre l'ansia, la depressione e lo stress si usano l'iperico, la melissa, la passiflora, l' escolzia e la valeriana. Per i dolori articolari si usa l' artiglio deldiavolo, come nella medicina tradizionale africana, che secondo la moderna bibliografia ha un effetto simile ai FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei) e al cortisone. Inoltre specificatamente per l'emicrania si prepara una tisana di tiglio.





Materiale di proprietà di Zenobia s.r.l - Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo testo può essere riprodotta senza il permesso degli autori e del proprietario.

Erboristeria online

Rodiola.it è l'erboristeria online che dal 2000 propone vendita on line di prodotti naturali per la bellezza ed il benessere.

Giudizi di rodiola.it
 
 
 
 
 

Rimedi naturali


SPEDIZIONI

spedizioni dei prodotti

I tuoi acquisti viaggiano con i migliori corrieri espressi che consegnano in 24h/48h


PAGAMENTI

Come pagare i tuoi acquisti

Carta di credito - Contrassegno - Bonifico bancario - Bollettino postale


REGISTRO DELLE IMPRESE Sito sicuro Rodiola.it FEDERCOMIN