UNA NUOVA ENERGIA PER RIPARTIRE

Le tanto sospirate ferie, agognate per mesi, sono ormai un ricordo, per alcuni un ricordo anche lontano. E si riparte!!!

Pubblicato : 02/09/2011 08:38:40
Categorie : Concentrazione e memoria , Maria Elena Frosini , stanchezza, riposo, stress

Ricomincia il solito tran-tran, macchina, ufficio, casa, bambini, scuola, pranzo, cena, ecc.. Eh sì, un aiuto ci vuole proprio! E che funzioni anche bene!

Beh, questo aiuto esiste! Sono piante amiche con azione stimolante, energizzante, adattogena e rinvigorente, che tonificano il corpo e risvegliano la mente.


RHODIOLA ROSEA
La rhodiola rosea cresce in Siberia, la regione più fredda di tutto il continente asiatico. Ancora una pianta che cresce in condizioni estreme, capace di adattarsi e vivere in un clima difficile. Una pianta che sa donarci la capacità di adattarsi e reagire a condizioni di stress intense, la capacità non di subire ma di reagire positivamente. La rhodiola rosea è un adattogeno potente, utilizzata dalla medicina tradizionale siberiana per aumentare l'energia e diminuire i tempi di recupero, migliorare le prestazioni sessuali, ridurre la fame nervosa, migliorare la qualità del sonno, potenziare la capacità di apprendimento. Tanti autorevoli studi, effettuati prima in Russia poi nel resto del mondo, hanno confermato questi effetti, tutti legati all' adattamento dell'organismo allo stress. Le molecole attive nella radice di questa pianta sono : rosavina, rosina, rosarina e salidroside. Non sono noti effetti collaterali degni di nota, è consigliato comunque leggere sempre le avvertenze sulla confezione.
Una curiosità: un comune regalo di nozze in siberia è una pianticella di rhodiola, che assicurerà tanti figli alla coppia di sposi.

Radice di MACA
Per parlare della maca ci spostiamo in Perù, dove cresce come pianta erbacea tipica di queste zone. Cresce ad una altitudine di 3000-4000 metri, in condizioni avverse, e questo ne ha determinato la forza e le proprietà spiccate. Se ne conoscevano le proprietà sin dal 1600 a.C. nel periodo antecedente agli Incas. Questi poi ne intensificarono la coltivazione, riuscendo a farla crescere anche ad altitudini più basse. Anche gli spagnoli si accorsero delle proprietà della maca, che rinvigoriva i soldati dall'affaticamento fisico e mentale e stimolava l'attività sessuale. Solo nel XX secolo comunque sono stati effettuati studi scientifici per confermare queste proprietà. Si è visto che la radice di maca contiene una notevole quantità di proteine, minerali, carboidrati, aminoacidi essenziali ( escluso il triptofano). Sono state rilevate proprietà adattogene, rinvigorenti, afrodisiache. Inoltre è stato visto che questa radice migliora i disturbi della menopausa quali vampate, depressione, stanchezza. E' consigliata anche agli sportivi per il basso contenuto di grassi. Se ne sconsiglia l'uso in caso di gravidanza, allattamento, tumore alla prostata e tumori di natura ormonale.

GINSENG
Già il suo nome dice tutto. "Panax ginseng", così Linneo lo classificò nel 1700, ponendo l'accento sul panax, ovvero panacea, rimedio naturale per ogni male, rifacendosi alla panakeia degli antichi greci. Era già conosciuto ed apprezzato 5000 anni fa, in Cina, dove veniva utilizzato solo da imperatori e sacerdoti. Un navigatore arabo, Ibn Cordoba, lo portò fino a Samarcanda, la porta dell'Occidente, intorno al 1000 d.C. Nel secolo scorso sono iniziati gli studi scientifici su questa portentosa radice, che continuano ancora, ponendo in luce sempre nuove virtù di questo rimedio naturale millenario.

I principi attivi sono i ginsenosidi ed i vari studi che si sono susseguiti negli anni hanno dimostrato che sono capaci di aumentare l'energia e migliorare le attività di tutto l'organismo. Il ginseng agisce sul fisico migliorando la resistenza e riducendo i tempi di ripresa; è stato utilizzato da atleti che ne hanno confermato l'attività. Studi mirati hanno dimostrato che potenzia la memoria e l'attenzione, migliora la capacità di apprendimento e il tono dell'umore. Inoltre il ginseng si è rivelato un potente adattogeno, cioè un rimedio naturale capace di migliorare la capacità dell'organismo di adattarsi allo stress. Sembra che agisca sull'ipotalamo e sulla corteccia surrenalica, migliorando la risposta dell'organismo sia in caso di stress acuto che cronico. In entrambe i casi si ha rilascio di neurotrasmettitori specifici, quali dopamina, adrenalina e noradrenalina, che placano gli stati d'animo agitati e stimolano quelli sopiti. Anche agli anziani è consigliato l'uso del ginseng, che dà energia senza rendere nervosi o procurare insonnia. Alcuni studi hanno messo in evidenza un potenziamento del sistema immunitario, con un aumento del numero degli anticorpi e della loro attività. Infine l'azione afrodisiaca! Sembra che i ginsenosidi permettano un maggiore afflusso di sangue ai corpi cavernosi del pene, procurando un miglioramento nella funzione erettile.

Un'avvertenza: il ginseng non deve essere utilizzato in gravidanza, allattamento, nei bambini al di sotto dei 12 anni, in coloro che utilizzano anticoagulanti orali, nei soggetti ipertesi e nelle donne con mestruazioni abbondanti. E' consigliata l'assunzione nella prima parte della giornata.

GUARANA'
E' una liana che vive nella foresta amazzonica, il nostro polmone verde, lungo il corso del Rio delle Amazzoni. Come tutte le liane può avvolgersi agli alberi vicini per raggiungere la luce ma può anche stare eretta senza alcun sostegno. Se ne utilizzano i semi che sono molto particolari, hanno l'aspetto di occhi, che, secondo le leggende amazzoniche ricordano gli occhi di Cereaporanga, una ragazza molto bella e altrettanto sfortunata. Il guaranà viene molto utilizzato dalla medicina tradizionale brasiliana ed è considerato un elisir di giovinezza. Contiene guaranina, teofillina, caffeina, teobromina, tannini, proanticianidoli, saponine, resina. In Amazzonia viene impiegato come tonico-stimolante, afrodisiaco, antidiarroico, antidepressivo. Probabilmente questa similitudine con gli occhi ha dato l'indizio per utilizzare il guaranà per "vedere meglio", sfruttando la sua proprietà di stimolante nell'affaticamento mentale e fisico. Studi successivi hanno confermato l'uso tradizionale di questa pianta e il suo impiego si è diffuso enormemente. Viene utilizzato anche contro i dolori mestruali, la digestione lenta, la stitichezza, l'emicrania. Particolari ricerche hanno mostrato un'attività positiva anche contro l'anemia e la sindrome influenzale. In regimi alimentari per la riduzione del peso ponderale il guaranà aiuta a ridurre il senso di fame ed inoltre ha proprietà diuretiche e drenanti. Oggi ritroviamo persino miscele di caffè al guaranà, caramelle e cioccolatini. L'uso del guaranà è sconsigliato agli ipertesi, ai cardiopatici, a chi soffre di insufficienza renale o ansia.

CATUABA
Se vostra moglie vi offre quotidianamente 3-4 tazze di tisana di catuaba il messaggio è inequivocabile: vuole potenziare i vostri ardori sessuali! Catuaba è un'alta pianta proveniente dalla foresta Amazzonica, considerata da sempre una delle piante afrodisiache più famose del Brasile. Sembra che dopo le famose 3-4 tazze inizino i sogni erotici e poi desiderio sessuale in aumento e...fuochi d'artificio.

Il nome scientifico della pianta è Juniperus brasilensis ed è un arbusto del quale si utilizzano foglie, radici e corteccia. Il fitocomplesso contiene alcaloidi, catuabina, olio essenziale, grassi, resine, tannini, magnesio, potassio, calcio, acidi resinosi e composti aromatici. Gli studi sulla pianta sono ancora in corso ma è chiara la sua attività stimolante e tonica, attiva nei disturbi della memoria, nella riduzione della libido, nell'insonnia, nella bronchite cronica, nei reumatismi, nelle nevralgie. E' controindicato per coloro che soffrono di glaucoma, morbo di Parkinson, tachicardia. Non deve essere associato ad altri farmaci e non deve essere utilizzato in gravidanza o allattamento.


Maria Elena Frosini
Farmacista di professione, per passione scrive articoli di medicina naturale, alimentazione e benessere. Collabora con riviste che pubblicano articoli di medicina naturale, argomento che conosce bene. Le piacerebbe che un numero sempre maggiore di persone sperimentasse quanto può essere importante conoscere la medicina naturale e tutti i suoi possibili impieghi per la prevenzione ed il benessere.

Le informazioni presenti in questo articolo non possono e non devono sostituire il consulto medico. Ogni indicazione o suggerimento o rimedio naturale riportato NON deve essere seguito senza consulto del proprio medico.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)