il Resveratrolo ha effetti sul diabete?

il Resveratrolo ha effetti sul diabete?

Il resveratrolo è una sostanza che si trova nel vino rosso e che ha proprietà sul diabete. Conosciamolo meglio

Pubblicato : 26/05/2017 17:24:32
Categorie : Enrico Nunziati , Sangue e circolazione

Uno studio settoriale avrebbe dimostrato che l’azione antiossidante del resveratrolo, che si trova nel vino rosso, nelle bacche e nelle arachidi potrebbe apportare benefici alle arterie nei pazienti affetti da diabete di tipo 2.

Bere un bicchiere di vino rosso fa bene alla circolazione?
Il resveratrolo è contenuto soprattutto nel vino rosso il che confermerebbe la credenza popolare per cui bere un bicchiere di vino al giorno fa bene alla circolazione. Ma è proprio così?

Uno studio dimostrerebbe che questa sostanza potrebbe aiutare a prevenire e contrastare la rigidità arteriosa che alla base dell'aterosclerosi e dell’infarto soprattutto nei soggetti predisposti e geneticamente a rischio. La dottoressa Naomi Hamburg, a capo della ricerca in analisi e del dipartimento cardiovascolare dell’Università di Boston, ha confermato che qualche evidenza degli effetti benefici sulle arterie è stato riscontrata ma che, visto la portata limitata dello studio. Servono sicuramente nuovi studi più approfonditi per riconoscere basi scientifiche a questi benefici ma senza dubbio questi primi risultati rappresentano una base importante da cui partire per finanziare ulteriori ricerche. Sicuramente è consigliabile seguire una dieta ricca di verdure che contengono resveratrolo.

L’arteria principale e più grande del corpo umano è l’aorta, addetta a trasportare il sangue dal cuore al resto dei vasi. Lo studio ha misurato lo spessore dell’aorta in 57 pazienti affetti da diabete di tipo 2 (mediamente di età 56 anni e con problemi di obesità). Ad alcuni pazienti è stato somministrato del resveratrolo mentre gli altri sono stati trattati esclusivamente con terapia ad effetto placebo. Come sopra anticipato, i soggetti ai quali era stato somministrato resveratrolo, avevano fatto registrare una riduzione della rigidità arteriosa "sebbene i numeri siano troppo esigui per parlare di basi scientifiche". Comunque in un sottogruppo di 23 pazienti che avevano questo problema particolarmente accentuato all’inizio dello studio, la somministrazione di 100 mg al giorno di resveratrolo per due settimane ha ridotto la rigidità delle arterie di circa il 5% e del 9% nella seconda fase (in cui la somministrazione è passata ad una dose giornaliera di 300 mg). La rigidità è invece peggiorata nei pazienti trattati con farmaci ad effetto placebo per un periodo di quattro settimane.

Ulteriori studi sugli animali hanno dimostrato che il resveratrolo era in grado di attivare un enzima, chiamato SIRT1, che secondo alcuni svolgerebbe un ruolo cruciale nella longevità. Si è cercato di comprendere se lo stesso effetto potesse essere registrato negli esseri umani monitorando sette soggetti del campione di cui sopra. Anche in questa prospettiva ci sono evidenze interessanti ma non sufficienti per confermare un collegamento scientifico. E anche per questo aspetto quindi, come suggerisce la Hamburg, sarebbero opportuni nuovi studi.

Che chi beve vino rosso (con moderazione !!) e mangia arachidi viva più a lungo è un dato statistico ma quanto sia scientificamente provabile? Secondo il dottor Byron Lee, professore di medicina presso l’Università della California (San Francisco), finalmente la scienza si sta impegnando a dimostrare questa correlazione indagando le proprietà degli antiossidanti naturali.

Va detto, come osservato dalla Hamburg, che le dosi di resveratrolo somministrate con questo studio sono ben superiori di quelle contenute in un bicchiere di vino.


Enrico Nunziati
Collabora da anni con decine di siti web, blog e forum che trattano di erbe officinali, erboristeria, salute e benessere. Per Kos edizioni ha pubblicato Vademecum di Erboristeria, un libro pensato per essere utile, scritto con Franco Bettiol e Irene Nappini.

Le informazioni presenti in questo articolo non possono e non devono sostituire il consulto medico. Ogni indicazione o suggerimento o rimedio naturale riportato NON deve essere seguito senza consulto del proprio medico.

Prodotti consigliati

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)