Allergie di stagione: quando i rimedi naturali sono alimenti

In natura esistono molti alimenti utili come rimedi naturali contro le allergie, scopriamo quali

Pubblicato : 22/01/2014 09:43:14
Categorie : Allergie e rimedi naturali , Enrico Nunziati

Le allergie di stagione si presentano puntuali con l’attivo della primavera, quando il risveglio della natura riempie l’aria di polline. La portata della reazione allergica è legata alla quantità di pollini presenti nell’aria, ma le conseguenze per i soggetti allergici sono pressoché immediate.

Starnuti continui e irrefrenabili, lacrimazione abbondante, in alcuni casi eritemi diffusi, sensibilità alla luce e difficoltà respiratorie. Un piccolo calvario che si può alleggerire soltanto con una prevenzione mirata da iniziare già nei mesi invernali, almeno un mese prima della fioritura delle piante incriminate, meglio se ancora due mesi.

La medicina tradizionale contrasta le allergie con gli antistaminici, bloccando l’eccesso di istamina una volta che si è manifestato. Si tratta però di palliativi, non di rimedi pensati per evitare la comparsa della reazione allergica o ridurne la violenza, e comportano inoltre una serie di effetti collaterali, soprattutto la sonnolenza.

https://www.rodiola.it/blog/allergie-rimedi-naturali-n142

Esistono invece delle sostanze presenti in erbe officinali e alimenti che si comportano come veri e propri antistaminici naturali, in quanto riescono a contenere la produzione di istamina da parte dell’organismo. Con una cura preventiva a base di tali sostanze e l’assunzione regolare di cibi ed erbe che vantano questa importante proprietà antistaminica, l’organismo arriva più protetto all’incontro con i pollini stagionali e diventa possibile fare una passeggiata in un parco senza conseguenze fastidiose. Inoltre gli antistaminici naturali presentano il grande vantaggio di essere spesso privi di effetti collaterali, sia sullo stomaco che sul sistema immunitario e non è elemento da sottovalutare visto che per le allergie non esistono cure risolutive e i cicli di terapia vanno ripetuti ogni anno.

Le erbe e le piante officinali
In prima fila nella battaglia contro l’istamina troviamo lo zenzero, l’echinacea, la camomilla, l’aglio e il basilico. Tutte piante di uso comune, presenti in genere nelle case, a parte forse l’echinacea. Può essere utile iniziare ad assumerle costantemente almeno 2 mesi prima dell’arrivo della primavera, preferibilmente sotto forma di tisana, alternandole fra loro. Oppure potete abbinarle, ad esempio lo zenzero con la camomilla e il basilico con l’echinacea.

In seconda fila il tè verde, ricco di quei flavonoidi che fanno tanto bene all’organismo e sono particolarmente attivi anche nel contrastare le infiammazioni e le allergie. Nel caso del tè, come delle altre erbe officinali, il consumo è ancora più facile. Ormai il tè verde è disponibile in tante versioni, fresco o confezionato, e i soggetti allergici non hanno scuse per non berne almeno una tazza al mattino o alla sera, prima di dormire.

Tra le erbe più importanti c'è anche il Ribes nigrum, grazie alla presenza di acido gamma-linolenico risultano particolarmente attive in soggetti con forti manifestazioni allergiche.

Gli alimenti
I flavonoidi, la vitamina C e gli omega 3 sono i nostri alleati contro l’istamina. In generale nella vita di tutti giorni e in particolare negli ultimi mesi dell’inverno, dobbiamo fare il pieno degli alimenti che li contengono, così da rafforzare il più possibile il nostro organismo.
Per quanto riguarda i flavonoidi, è la quercetina a renderli utili come antistaminici naturali, per cui largo ai broccoli, alla lattuga, alle cipolle, ai pomodori e alle mele, che ne sono ricchi. La quercetina può inoltre essere assunta sotto forma di integratore, in pillole o capsule.

La vitamina C è una componente significativa delle carote, dei peperoni, degli spinaci, dei kiwi e di molti altri alimenti, oltre che degli agrumi. Una semplice spremuta d’arancia a metà mattina può essere molto utile contro le allergie stagionali e se poi si condisce la pasta con i broccoli e si mangia un kiwi a merenda, il nostro organismo ha fatto una bella scorta di vitamina C.

Infine gli omega 3, più difficili da trovare ma altrettanto utili dei flavonoidi e della vitamina C. Nel pesce azzurro, nel salmone e nelle noci gli omega 3 abbondano, per cui è bene inserire questi alimenti nell’alimentazione in veste antistaminica. Attenzione soltanto a non esagerare con le noci, perché possono causare allergia.



Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)