Dolori mestruali

Dolori mestruali

Per molte donne il ciclo mestruale può rivelarsi ogni volta un'esperienza dolorosa. Non c’è spiegazione al perchè ogni donna viva il periodo mestruale o premestruale in maniera del tutto soggettiva.

Pubblicato : 06/07/2017 08:59:27
Categorie : Benessere e sessualità , Eleonora Rampolli

Sommario:

Mestruazioni e dismenorrea

Le mestruazioni dolorose sono note come Dismenorrea, che letteralmente significa "mestruazioni difficili". Ogni mese, quando la parete uterina espelle il sangue, l'utero si contrae. Nelle donne con dismenorrea le contrazioni sono - appunto - molto dolorose.

L'utero può anche avere spasmi. Il dolore può essere localizzato nell'addome inferiore, ma può riguardare anche la parte inferiore della schiena, la vulva, e allo stesso modo irradiarsi verso le cosce. Questa ondata di dolore è spesso accompagnata da mal di testa, vertigini, nausea, vomito e diarrea. Il dolore può iniziare fino a 24 ore prima della mestruazione e di solito dura per le prime 48 una volta che la mestruazione inizia. In alcune donne il dolore può durare fino a 72 ore una volta cominciata.

Le mestruazioni dolorose sono una delle cause principali per cui le donne subiscono una limitazione della propria libertà, vita sociale e organizzazione del tempo libero. Possono ad esempio non essere in grado di presentarsi a lavoro, ad un appuntamento o ad una cena tra amiche.

Questo tipo di dolore, regolare, mensile, fa sì che le mestruazioni dolorose siano uno dei motivi principali per l'uso costante di FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei).

Se hai mestruazioni estremamente dolorose è importante che ne parli con il medico. È importante escludere che ciò che si sta verificando sia la Dismenorrea Primaria o la Dismenorrea Secondaria. Primaria significa che è l'unico problema, mentre secondaria significa che c'è un altro problema di salute che causa o contribuisce alla mestruazione dolorosa. Per esempio la dismenorrea secondaria è spesso causata da endometriosi, cisti ovariche o fibromi uterini. Ci possono essere anche altri fattori che causano dolore che devono necessariamene essere esclusi, come sindrome da colon irritabile, costipazione, infezione delle vie urinarie, ecc.

Se sai di avere altri problemi che possono essere la causa scatenante del tuo dolore mestruale, è importante affrontare anche quelli. È sempre più facile trattare il dolore quando si sta verificando piuttosto che affrontare la causa principale, ma è molto importante anche scoprire cosa provoca il dolore stesso.

dismenorrea e ciclo doloroso

Cause di crampi mestruali?

Negli anni '70 cominciarono ad emergere studi che mostravano un collegamento con una possibile causa che portava alcune donne ad essere soggette a forti dolori mestruali. Gli scienziati scoprirono che le donne con crampi mestruali avevano livelli elevati di prostaglandina F2 alfa (PGF2). La prostaglandina F2 alfa è prodotta dall'utero per fermare la produzione di progesterone alla fine del ciclo mestruale. È stato accertato che le donne con Dismenorrea producono prostaglandina F2 alfa 7 volte in più rispetto alle donne che non ce l'hanno. Quando l'alfa prostaglandina F2 viene rilasciata nel flusso sanguigno in alti livelli provoca lo spasmo all'utero. Questo crea inoltre uno stato di infiammazione perché PGF2 è una sostanza prodotto dal corpo che provoca infiammazione.

Rimedi naturali per ridurre il dolore

Condivido con te alcuni rimedi naturali che aiutano a trattare il crampi mestruali quando si verificano, ma anche rimedi e pratiche mentali e fisiche da considerare a lungo termine per contribuire a limitare il dolore dei crampi mestruali.

In primo luogo occorrono alcune Considerazioni nutrizionali!
Proprio così, un’alimentazione adeguata ed equilibrata dovrebbe essere la priorità assoluta!

Considerando che la Dismenorrea è uno stato infiammatorio nel corpo, è importante evitare i cibi che aumentano la risposta infiammatoria. Cibi ad elevata glicemia sono noti per aumentare i livelli di sostanze chimiche infiammatorie nel corpo, inclusa la PGF2. Da un punto di vista generale sia i medici, che i naturopati e gli erboristi concordano sul fatto che una dieta anti-infiammatoria sia importante.

Cibi da evitare e cibi suggeriti

  • carboidrati raffinati: farine a grani interi come avena, miglio, riso marrone, quinoa, ecc. Mangiare solo 3 porzioni di grano al massimo in un giorno.
  • Eliminare gli alimenti zuccherati e lo zucchero raffinato: Consumare quantità molto limitate di miele o agave. Scegli Stevia come dolcificante naturale quando possibile.
  • Considera l'eliminazione dei prodotti lattiero-caseari. I prodotti lattiero-caseari congestionano il corpo e molti medici hanno individuato una riduzione del dolore crampi mestruali nelle donne che hanno eliminato i prodotti lattiero-caseari. Se scegliete latticini, cercate di acquistare latticini crudi biologici o organici per evitare l'aggiunta di ormoni.
  • Ridurre la carne rossa e il consumo di tuorlo d'uovo fino ad un massimo di 2-3 volte a settimana. Questo perché sia nella carne rossa che nel tuorlo d'uovo ci sono elevate concentrazioni di acido arachidonico(AA), che è stato scoperto aumentare l'infiammazione cellulare in alcune persone. Per scoprire se sei sensibile all'acido arachidonico, elimina la carne rossa e il tuorlo d'uovo per un mese. Ripristinali e osserva se i sintomi tornano. Quando possibile scegli carni ed uova da allevamenti biologici per evitare gli ormoni aggiunti.
  • Mangia moltissima frutta fresca e verdura!

Importanti aiuti nutrizionali

Cibo multivitaminico
Assicurati di assumere con l’alimentazione tutte le vitamine di cui hai bisogno. Questo aiuterà il tuo organismo a stare bene. Molte donne non consumano abbastanza cibi freschi a causa del proprio sistema alimentare, quindi all’organismo manca ciò che é necessario per funzionare correttamente.

In particolare dovresti assumere:
Vitamina A
Assicurati di assumere sufficiente vitamina A attraverso l’alimentazione (olio di fegato di merluzzo) o beta-carotene (carote). Questo aiuterà a mantenere i corretti livelli di estrogeni.

Magnesio
Il magnesio aiuta a rilassare i tessuti muscolari lisci. È stato dimostrato che riduce notevolmente il crampi mestruali. La carenza di magnesio è una delle cause principali dei crampi mestruali.

Omega 6
Assumi abbastanza acido grassi Omega-6? Sia l'olio di borragine che l'olio di enotera contengono elevate quantità di acidi grassi Omega-6. I grassi Omega-6 possono aiutare anche la fertilità migliorando la struttura delle cellule riproduttive, diminuendo il rischio di infiammazione e migliorando la condizione degli organi. Inoltre, sia l’olio di borragine che quello di enotera tonificano l'utero. A dirla tutta è meglio prendere un integratore completo di acido grasso essenziale. Questo ti aiuterà ad assumerne una vasta gamma!

Erbe officinali e integratori per la dismenorrea

Quando si considera l'utilizzo di erbe officinali - o di integratori a base di erbe - per i crampi mestruali, dobbiamo considerare come le erbe agiscono nel nostro organismo. Ogni erba officinale può avere diversi effetti e/o fornire diversi risultati. Devi considerare l'obiettivo terapeutico del trattamento. I crampi mestruali hanno più a che fare con il dolore. Alcune donne hanno un forte sanguinamento durante il loro periodo doloroso, altre hanno un senso di stagnazione, un utero ciclicamente attivo per un periodo molto scarso; tuttavia entrambi possono essere considerati “Dismenorrea”. È necessario anche considerare l'equilibrio ormonale, la nutrizione, la digestione, lo stato mentale/emotivo e il livello del dolore. Di seguito ho suddiviso le erbe in sottogruppi in modo da poter vedere quali erbe sono specifiche per importanti effetti quando si verificano mestruazioni dolorose.

Se stai considerando un approccio più naturale per ridurre i crampi mestruali, si consiglia di parlare con un medico o un erborista naturopata per vedere quali formulazioni a base di erbe sono giuste per te.

Erbe per il rilassamento del dolore e dei crampi

Cimicifuga racemosa: Questa pianta viene considerata fortemente anti-infiammatoria e ottimale per ridurre lo spasmo sia nei muscoli lisci, che nei muscoli scheletrici toccati dal dolore che irradia verso la parte bassa della schiena e sulle cosce.

Angelica cinese, o angelica sinensis: L’angelica cinese è utile per le donne con particolare carenza di ciclo, ma ha anche altre azioni benefiche. Contribuisce a ridurre i crampi mestruali nelle donne con un utero umido e pesante dovuto alla stagnazione, alla scarsa circolazione del flusso sanguigno durante le mestruazioni. L'angelica sinensis agisce sul sistema circolatorio e sul sistema linfatico per ridurre la congestione del tessuto. Ha proprietà sia analgesiche che antinfiammatorie. È anche molto rilassante per il sistema nervoso, cosa che può essere utile a coloro che provano ansia o tensione durante le mestruazioni. È interessante notare che questa erba è stata dimostrata per prima stimolare l'utero e poi andare a rilassarlo. L’angelica è anche un’erba che svolge la funzione di equilibrante ormonale, utilizzata fin dal 16° secolo per il sistema riproduttivo femminile.

Igname selvatico: L’igname selvatico esercita un'azione fantastica sul tessuto muscolare liscio, riducendo lo spasmo muscolare dell'utero, aiutando i tubi falloppiani e le ovaie, alleviando le mestruazioni dolorose ed il dolore pelvico cronico. L’igname selvatico aiuta l'utero a lavorare in modo più efficiente durante le mestruazioni. Questo supporto uterino consente una corretta funzionalità dell'utero mentre lavora per prevenire crampi uterini o spasmi. Questa erba esercita un'azione eccellente sulle ovaie, tonificandole e aiutando nel dolore della cisti ovarica.

Un ottimo prodotto, specifico per questi casi è Dolmestr mese di erbavita

Rimedi in caso di Ansia, Tensione nervosa, Irritabilità con crampi mestruali

Camomilla: Questo piccolo fiore dolce è sia antinfiammatorio che antispasmodico. È anche utile per le donne con costipazione digestiva, concausa che contribuisce al dolore. Dal momento che questa erba è anche un preparato nervino ed un sedativo lieve può aiutare a ridurre lo stress, rilassare il sistema nervoso e indurre uno stato riposante nel corpo. Questo può essere molto utile quando si verificano crampi mestruali accompagnati da ansia e irritabilità. È meglio sorseggiare la camomilla come un tè durante le mestruazioni.

Cardiaca comune: Molto efficace per ridurre lo spasmo muscolare uterino, i crampi e migliorare il tono uterino. È anche un ottimo sedativo, aiuta per l’insonnia, il mal di testa e le vertigini. È un rimedio specifico per palpitazioni cardiache, stress e ansia associati al dolore pelvico.

Camomilla Matricaria: La camomilla matricarua è conosciuta soprattutto per la sua capacità di ridurre l'infiammazione. L’olio essenziale che produce è di un colore blu intenso a causa della presenza di azulene. Inoltre ha alcuni effetti riducenti il ​​dolore, favorisce la distensione dei nervi, riduce la rabbia, l'irritabilità e la depressione.

Maggiorana (Origanum marjorana, Marjorana hortensis): Questo è un grandioso olio essenziale per i crampi mestruali. Riduce il dolore a tutti i livelli. Perfetto da usare con una compressa calda sull'addome quando si verificano crampi mestruali.

Finocchio dolce (Foeniculum vulgare, Foeniculum officinale, foeniculum antico)
Aiuta a regolare il ciclo mestruale, può contribuire a ridurre la fluttuazione ormonale. È anche un aiuto per ridurre lo spasmo muscolare.


Riferimenti:
- Edito da Clayton, L.T., M.D., M.P.H. (1997). Il dizionario medico ciclopedico di Taber; Pp. 1573. Philadelphia, Pennsylvania: F.A. Davis Company.
- Romm, Aviva. (2010). Medicina botanica per la salute delle donne, St. Louis, Missouri: Churchill Livingstone / Elsevier.
- Northrup, Christiane, M.D. (2010). Organi delle Donne, Saggezza delle Donne. New York, New York: Bantam Books

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)