Asma: cause, sintomi e rimedi

Asma: cause,  sintomi e rimedi

Asma: i suoi sintomi vengono classificati come la terza piaga mondiale dall’Organizzazione, vediamo i rimedi.

Pubblicato : 21/04/2017 08:10:58
Categorie : Allergie e rimedi naturali , Debora De Santis

L’asma è un disturbo che colpisce l’apparato respiratorio e causa dei sintomi che itnerferiscono con la capacità di respirare bene e normalmente. Le pareti dei bronchi infatti si contraggono e l’aria non riesce a passare bene attraverso i polmoni, causando appunto difficoltà respiratorie. I sintomi possono essere più o meno forti e sono tutti facilmente riconoscibili, soprattutto quando riguardano i bambini, perché si presentano con maggiore evidenza nelle ore del riposo notturno, rendendolo difficile e discontinuo.

Asma: sintomi principali

  • Impressione che manchi l'aria
  • Dispnea (difficoltà a respirare)
  • Respiro sibiliante (Wheezing)
  • Senso di costrizione toracica
  • Tosse secca

Il sintomo più comune è l’impressione che manchi l’aria, che può evolvere fino a una vera e propria sensazione di soffocamento. Soprattutto di notte, quando si è in posizione distesa e sembra che respirare sia difficilissimo perché si avverte un senso di costrizione al torace: quello che si verifica è uno spasmo, accompagnato spesso da rumori simili a ‘fischi’, il classico respiro sibilante tipico delle persone che soffrono di asma.


I sintomi possono cambiare nel corso degli anni, sia per tipo che per intensità, anche in rapporto all’esposizione alle cause scatenanti. I più comuni sono comunque quattro: dispnea, respiro sibilante, senso di costrizione toracica, tosse secca e stizzosa.

La dispnea.
Detta anche ‘fame d’aria’, comporta la difficoltà a respirare. Il respiro diventa affannoso, anche il minimo sforzo comporta affaticamento e gli episodi si ripetono con frequenza, sia di giorno che di notte. Chi ne soffre descrive la dispnea come ‘sensazione di peso sul torace’ e ‘incapacità di fare dei respiri profondi’ e la sofferenza associata ha caratteristiche soggettive che comportano in ogni caso una seria limitazione della funzionalità respiratoria. In alcuni casi la dispnea si presenta gradualmente, in altri arriva all’improvviso, in particolare di notte, ma per tutti tende a diventare cronica. A volte alla dispnea subentrano altri sintomi che ne sono diretta conseguenza, come le palpitazioni, la tachicardia e l’insonnia, causata dai frequenti risvegli.

Respiro sibilante.
In inglese ‘wheezing’, è un sibilo che si sente quando si espira. Dipende dal fatto che le vie respiratorie si restringono (per tutta una serie di cause) e di conseguenza l’aria che le attraversa produce un rumore, appunto quello del sibilo, chiamato anche fischio comunemente. Il fischio è particolarmente diffuso nei bambini al di sotto dei 6 anni, dato che l’asma inizia a presentarsi in quel periodo nei soggetti predisposti, soprattutto quando è di natura allergica. Ed è un campanello d’allarme da non sottovalutare, nel senso che anche se non indica asma può essere la spia di altri tipi di problemi ai bronchi e ai polmoni, per cui va indagato con tempestività. Fortunatamente nei bambini di età compresa fra 1 e 3 anni, il fischio può dipendere anche da una semplice infiammazione o infezione che comporta il restringimento delle vie aeree; in questi casi si risolve in breve tempo.

Senso di costrizione al torace.
E’ il classico ‘peso sul torace’, riconducibile alla percezione di non riuscire a prendere aria nel modo giusto. Il respiro diventa corto e affannoso, e si avverte la necessità di sollevarsi se si è sdraiati. Si tratta di un sintomo molto comune dell’asma e si associa in genere alla dispnea.

Tosse secca e stizzosa.
La tosse secca, soprattutto nelle ore notturne e di primo mattino, può essere indice di asma bronchiale. A maggior ragione se non provoca espettorato ma ‘solo’ attacchi ripetuti e frequenti di tosse. Molto spesso la tosse è associata agli altri sintomi dell’asma, soprattutto la dispnea e il respiro sibilante, e può compromettere non solo la qualità ma la possibilità stessa del riposo notturno. Come per il wheezing, se si ripete ogni notte, particolarmente in determinati periodi dell’anno, la tosse secca e stizzosa è un importante segnale di asma (prevalentemente di tipo allergico) di cui tener conto.

Cause dell’asma

  • Cause infettive
  • Cause allergizzanti
  • Ereditarietà

L’asma ha di solito due tipi di cause: infettive e allergizzanti. A seguire l’ereditarietà, una delle ragioni più frequenti della comparsa dell’asma.

Le allergizzanti possono essere delle sostanze che risultano irritanti, oppure degli allergeni come quelli presenti nei pollini e nelle piante, soprattutto in determinati periodi dell’anno, come la primavera. E anche gli acari che albergano nei materassi e nei luoghi chiusi, e che trovano terreno di elezione nella polvere.

Poi ci sono le allergie ad alcuni cibi, soprattutto latte, uova, frutta secca, crostacei, pomodori, fragole, farinacei e piselli. L’allergia si presenta tipicamente nei nei bambini entro i 6 anni e comporta attacchi di asma di entità variabile.

Tra le cause infettive ci sono invece i virus che vanno a infettare proprio le vie respiratorie, intervenendo sulla normale funzionalità respiratoria. Quando è di tipo virale, l’asma ha un percorso di soluzione e cura più breve.
Altre cause, meno frequente, è l’esposizione al fumo passivo; se una donna fuma durante la gravidanza, le probabilità che il figlio soffra di asma aumentano, come dimostrano numerosi studi.

Rimedi naturali per l’asma

Con i rimedi naturali, così come con i farmaci di sintesi, si punta a ridurre e contenere gli attacchi di asma, dal punto di vista della durata e della frequenza. Di particolare utilità sono le piante dalle proprietà antinfiammatorie e/o antistaminiche, come l’elicriso, che si comporta come un vero e proprio antistaminico naturale.


Il ribes nero e l’ontano nero agiscono come il cortisone, perché favoriscono la produzione di cortisolo, un ormone prodotto dalla ghiandola surrenale e conosciuto anche come ‘ormone dello stress’.

Per l’asma allergico è molto valida la lantana, che svolge un’azione antistaminica, mentre altre piante sono utili per tutti i tipi di asma: l’issopo primo fra tutti. Si tratta di una pianta mucolitica che ha la capacità di decongestionare sia i bronchi sia i polmoni. Sulla stessa lunghezza d’onda lo zenzero, un valido espettorante e antinfiammatorio.

L’assunzione regolare di uno o più di questi rimedi naturali aiuta a rendere più sopportabile l’asma con tutti i suoi sintomi.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)