Come aumentare testosterone

Spesso, ad una certa età, si avverte stanchezza e inappetenza, una scarsa erezione e problemi con la sessualità. Tempo di aumentare il testosterone? No, non ha sempre senso e spesso non è la soluzione. Infatti sebbene il testosterone rappresenti uno degli attori principali per quanto riguarda la sessualità, occorre ricordare che anche fattori quotidiani intervengono ad inibire le nostre voglie. Con l'età è normale.

Che cos’+ il testosterone

Il Testosterone è un ormone appartenente alla categoria degli androgeni (ormoni sessuali tipicamente maschili, ma importanti anche nelle donne). Il testosterone viene prodotto soprattutto nelle cellule di Leydig dei testicoli, sotto l'influenza dell'ormone luteinizzante (LH) liberato dall'ipofisi anteriore.

Il testosterone è un ormone che viene prodotto per la maggior parte dalle cellule di Leydig (note anche come cellule endocrine interstiziali di Leydig) che si trovano nei tubuli seminiferi e nei testicoli, sotto l’influenza dell'ormone luteinizzante (LH).

Il testosterone è noto per essere l’ormone sessuale tipico del maschio, anche se è doveroso ricordare che questo ormone ha la sua rilevanza anche nelle donne.

Nelle donne i livelli di testosterone sono molto più bassi che nell’uomo e tendono a diminuire - come nell’uomo - con l’età, a partire dalla menopausa. 

Nell’uomo il testosterone definisce un po’ la sua mascolinità, andando ad influire su molti aspetti del maschio come ad esempio il tono della voce, la muscolatura, i capelli e i peli e - fattore più conosciuto - tutto quello che ha a che fare con la sessualità. 

Il testosterone ha anche influenze dirette sugli aspetti psicologici, oltre che quelli fisiologici appena descritti.

Cosa determina avere il testosterone basso.

Avere un testosterone basso ha diverse implicazioni e conseguenze sul tuo organismo. Deve Comunque tenere presente che esiste un progressivo calo fisiologico della produzione di testosterone da parte del nostro organismo, nei maschi questo calo è calcolato nello 1-2%  ad ogni annuo. 

Rischi di testosterone basso:

  • Problemi relativi alle attività sessuali (desiderio e problemi legati all’erezione)
  • aumento di rischio di incorrere in depressione e pessimo umore
  • Carenza di motivazione
  • problemi di memoria a breve termine
  • mente meno lucida
  • tono muscolare diminuito
  • problemi con il sonno

Testosterone alto.

La sintesi e la secrezione del testosterone seguono un ciclo giornaliero giorno/notte (ciclo circadiano) con un picco massimo di produzione attorno alle 3 del mattino. Forse per questo si dice che la notte l’uomo abbia molto appetito. Ma anche la donna, normalmente, ha maggiore “appetito” di notte. 

Aumentare il testosterone

Un aumento indotto di testosterone può essere legato a varie e diverse necessità:

L’aumento di testosterone non ha alcun senso in soggetti sani ed ha diverse controindicazioni.

Tra i rischi, le controindicazioni e gli effetti collaterali riportiamo:

  • possibile aumento del volume della prostata
  • possibile aumento dell’ematocrito
  • rischio di trombi al cuore
  • Ritenzione idrica
  • problemi nella produzione di sperma
  • Vertigini

Come aumentare il testosterone

Come per altri fattori riguardanti la sessualità, una fisiologica produzione di testosterone è favorita da uno stile di vita adeguatamente sano. Soggetti che praticano attività fisica all’aperto sono più propensi ad avere corretti valori di testosterone e, di conseguenza, ad avere anche una vita più appagata sessualmente. Mantenere l corpo in salute con abitudini sane consente anche di avere una maggiore fisiologica produzione di testosterone. Esistono anche dei farmaci a questo scopo, ma di questo dovresti parlarne con il tuo medico, che dopo alcuni esami specifici potrà valutare se questo percorso è necessario per te. 

Integratori di testosterone?

Non esistono molti integratori "efficaci" per l'aumento del testosterone. Il primo di cui ti parliamo è la vitamina D. La vitamina D può avere molti benefici sulla tua salute, agendo direttamente e indirettamente sul tuo testosterone. I benefici universalmente riconosciuti in ambito scientifico sono a favore del sistema cardiovascolare, del sistema immunitario, è un neuroprotettivo ben noto e ha una spiccata azione antiossidante. Dal momento che la vitamina D si genera nel nostro organismo anche grazie all'esposizione alla luce solare questa è direttamente legata anche all'umore, pertanto aiuta a star meglio e direttamente e indirettamente produce testosterone. 


Il tribulus terrestris è noto come erba officinale in grado di stimolare la produzione di testosterone. L'azione del tribulus sarebbe da ricondursi alla presenza delle cosiddette saponine steroidiche. La  loro azione si manifesterebbe attraverso un aumento della secrezione di un ormone luteinizzante (LH) da parte della ghiandola pituitaria. Lo LH stimola nel testicolo la spermatogenesi e la secrezione di testosterone, questo ne indica l’impiego nel trattamento a favore dell'infertilità, dell'impotenza e ipogonadismo maschili, nonché come anabolizzante.

Un'alternativa naturale

Probabilmente, anziché aumentare il testosterone hai bisogno di altro. Hai mai pensato che potresti semplicemente avere un periodi di stanchezza o di stress? Probabilmente aumentare il testosterone non ti aiuterebbe molto. In tal caso ci sono molti integratori alimentari che sono utili per combattere la stanchezza fisica, lo stress e l'inappetenza ed altri che aiutano la vasodilatazione naturale. E se stai cercando il viagra naturale leggo il nostro articolo "Viagra naturale, ma esiste?".

Articoli in relazione

Condividi

Zenobia s.r.l via Leopardi, 17 - 59015 - Carmignano Loc. Comeana (PO) Tel/fax 055 87 19 891 P.IVA 018339709 R.E.A FI 475580