Edemi: cause e rimedi naturali

Edemi: cause e rimedi naturali

Oltre a rappresentare un inestetismo disagevole, gli edemi sono un preoccupante segnale di cambiamento della distribuzione dei liquidi nel corpo.

Pubblicato : 16/05/2016 17:34:32
Categorie : Benessere delle gambe , Enrico Nunziati , Rimedi contro la Cellulite

Quando si parla di edemi ci si riferisce all’accumulo eccessivo di liquido nei compartimenti interstiziali dell’organismo, un fenomeno visibile con caviglie gonfie e pelle lucida, turgida e assottigliata. Vediamo come insorgono gli edemi e come trattarli in modo naturale.

Quali sono le cause

Quando le vene o le vie linfatiche vengono ostruite, a causa di linfomi o flebiti, la circolazione dei fluidi nel corpo viene ostacolata, l’equilibrio idrico si sposta e si formano gli edemi; anche malattie cardiache e insufficienze renali possono essere alla base di forme di edemi generalizzati, che coinvolgono cioè diverse parti del corpo, una condizione che prende il nome di anasarca.

Altre cause di edemi sono carenze di proteine o di vitamina B1, consumo eccessivo di alcool o farmaci come i corticosteroidi che favoriscono la ritenzione salina e quindi ostacolano la funzionalità renale. Quando il liquido filtra sotto congiuntiva, a causa di una contusione o di una congiuntivite allergica, si parla di chemosi o di edemi congiuntivali.

Trattare gli edemi in modo naturale

La comparsa di edemi deve essere prontamente portata all’attenzione del medico, che valuterà la situazione e sceglierà il tipo di trattamento. Oltre alle cure tradizionali è però possibile accompagnare dei rimedi naturali per alleviare i disturbi provocati dagli edemi.

In primis, l’alimentazione deve essere impostata sul consumo di cibi crudi, tra cui barbabietole, cipolle e mele; inoltre non deve mancare l’apporto di fibre, grazie a carne di pollo o tacchino, yogurt, uova, pesce e formaggio.

Sono efficaci e consigliati anche integratori di vitamina B1 e C, calcio, potassiomagnesio e silicio, così da stimolare la funzione renale e favorire la diuresi.

Sono molto utilizzati anche i decotti di canapa acquatica e radice di frassino, nella quantità di circa due bicchieri al giorno.

Non può certo mancare anche l’apporto omeopatico, ricordando però che, per medicinali come l’apis mellifica la pulsatilla e l’hippocastanum, è necessario chiedere sempre prima consiglio ad un naturopata esperto.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)