Fame nervosa, rimedi naturali

Fame nervosa, rimedi naturali

Cos'é la fame nervosa e perchè ci prende. Consigli utili - rimedi naturali - eliminare la fame nervosa

Pubblicato : 27/03/2017 17:42:13
Categorie : Dimagrimento, diete e peso corporeo , Enrico Nunziati


Quella che scientificamente è conosciuta comeemozional eating” e che comunemente in Italia indichiamo come “fame nervosa”, non può essere banalizzata in un problema di autocontrollo. Sarebbe infatti decisamente limitativo come inquadramento. Ogni giorno ci regala emozioni, belle o brutte che siano: i soggetti che soffrono di fame emotiva puntano a trovare nel cibo la risposta a questi stati d’animo. Tipico della fame nervosa è mangiare in seguito ad una delusione o per ansia prima di un evento stressante ma anche l’abbuffata incontrollata sull’onda dell’emotività di una bella notizia è indice dello stesso problema. Si ha in tutti questi casi una trasposizione emotiva nel cibo. Non sempre quindi si può ridurre la soluzione ad una maggiore disciplina a tavola.

Ecco cinque condizioni che favoriscono la fame nervosa.


combattere la fame nervosa

Sei nervosa: ti rendi conto che stai mangiando?

Molto spesso il cattivo rapporto con il cibo, origine di molti disordini alimentari comuni, sfocia nell’inconsapevolezza di quello che mangiamo. Molte persone obese giurano di mangiare poco e sono pronte ad additare come causa di un sovrappeso altrimenti ingiustificabile, tutto tramite autodiagnosi il più delle volte, problemi di tiroide, intolleranze alimentari o metabolismo lento. Non che non possa essere veramente questo il caso ma è altrettanto comune che in realtà questi soggetti non si rendano conto di quanto mangiano, soprattutto fuori dai pasti. E così si mettono a conto mentalmente i 100 grammi di pasta ma non tutto quello che si spizzica prima e dopo e che, soprattutto in caso di formaggi, dolci o snack, può essere invece molto grasso o calorico. Ma le diete consigliano tutte di mangiare spesso obietteranno in molti: vero ma la consapevolezza dell’orario da dedicare allo spuntino aiuta ad avere dei ritmi più regolari e anche a scegliere alimenti sani. E’ assolutamente una buona regola tenere un diario alimentare, non in senso metaforico: il consiglio è proprio quello di scrivere tutto quello che si mangia durante il giorno. Non vi stupite se i primi giorni scoprirete di assumere molte più calorie di quelle che pensavate durante l’arco della giornata.

Il cibo sopperisce alla carenza d’affetto?

Può il cibo sopperire alla carenza di affetto? A volte sembra veramente che una coppa di gelato a fine giornata possa compensare la mancanza di un abbraccio o di un contatto fisico. Dire “mangio cioccolata perché ho carenza d’affetto” non è solo una credenza popolare. Già da tempo alcune ricerche scientifiche hanno confermato che zuccheri e grassi contengono oppioidi e quindi, proprio come alcune droghe, hanno un effetto calmante e consolatorio per la psiche. E, proprio come le droghe, anche dipendenza. Una soluzione pratica ed efficace è quella di trovare altre ricompense meritocratiche e che non facciano ingrassare: shopping, bagno caldo, trattamento benessere, film e coccole, qualsiasi cosa che aiuti a sentirsi meglio ma che non produca danni al fisico. 

La tristezza ti fa avere fame

La tristezza, così come la noia e gli altri sentimenti negativi, non devono essere rinnegati ma accettati e perfino riconsiderati nella loro funzione. Nella nostra cultura impariamo fin da piccoli a scongiurare questi stati emotivi: niente di più sbagliato. La tristezza è come l’acqua: trova sempre la via per uscire fuori e non sempre è quella giusta (la fame nervosa ne è un esempio).

Amare se stessi

A molte persone che soffrono di fame emotiva non piace il loro corpo e non è un caso. Come amarsi di più? Molti affermano di aver imparato ad amare il proprio corpo dopo aver raggiunto il peso forma. Tuttavia, per combattere la fame nervosa, sarebbe meglio farlo anche prima, cercando di mettere in risalto i propri punti di forza e accettando il fatto che si può sempre migliorare rimettendosi in forma.

Non lasciare comandare la fame

Alcuni bisogni fisiologici, come dormire, mangiare o bere, possono costringerci a prendere decisioni azzardate e impulsive. Non lasciare che queste condizioni prevalgano: controllale preventivamente e razionalmente. Come? In primis evitando che degenerino: la carenza di sonno o l’eccessiva fame possono spingerci a mangiare senza selezionare cibo o quantità. Cerca quindi di rispettare il tuo ritmo sonno-sveglia e di fare spuntini frequenti durante la giornata.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)