Citrus aurantium , caffeina e Iperico. Funzionano davvero?

Citrus aurantium , caffeina e Iperico. Funzionano davvero?

Quando in fitoterapia si parla di citrus aurantium si parla sostanzialmente del frutto immaturo dell’arancio amaro dal quale si estrae una sostanza, la sinefrina, indicata per la perdita di peso.

Pubblicato : 12/06/2017 08:23:03
Categorie : Dimagrimento, diete e peso corporeo , Enrico Nunziati

La bibliografia indica il citrus aurantium come termogenico, ovvero in grado di intervenire sul grasso aumentando il metabolismo attraverso un meccanismo noto come “termogenesi” - che altro non è che un processo metabolico preposto alla produzione di calore nel tessuto adiposo e muscolare a partire dai grassi a deposito. In sostanza si ritiene che il meccanismo di azione della sinefrina sia quello di convertire il grasso in energia e da qui si ottenga il conseguente dimagrimento dichiarato.

Il claim ufficiale ammesso in Italia dal Ministero della Salute tuttavia non fa riferimento alla perdita di peso ma bensì al rilassamento e benessere mentale, alla funzione digestiva e alla eliminazione dei gas intestinali. Queste indicazioni sono attribuite ai fiori e alla buccia del frutto

Tuttavia è innegabile che l'attenzione per il citrus aurantium, sia come unico componente di un integratore che in abbinamento ad altre erbe officinali, è perlopiù indirizzata alla sua attività - reale o presunta - sul peso corporeo. In questo articolo “Citrus aurantium e Rhodiola rosea” ci siamo occupati di pubblicare un'analisi autonoma di questo abbinamento, anche in virtù del fatto che il citrus aurantium è sconsigliato a soggetti con problemi cardiovascolari.

Lo scopo dello studio che riportiamo di seguito, eseguito da Igho Onakpoya, Lucy Davies e Edzard Ernst, é quindi di determinare gli effetti dell’estratto di Citrus Aurantium (indicato come un agente beta-simpaticomimetico indiretto), della caffeina e dell’iperico (erba di San Giovanni) sul peso corporeo, sulle variabili metaboliche e sugli stati di umore delle persone adulte in sovrappeso.

E’ da chiarire che gli studi di cui parleremo di seguito sono autonomi, NON hanno niente a che fare con il contenuto di questo sito e tantomeno con i prodotti qui in vendita. Lo pubblichiamo con la sola finalità divulgativa.

Sono stati selezionati 23 soggetti con un indice di massa di circa 25/Kg/m2, divisi in tre gruppi: il primo ha ricevuto 975 mg di estratto di Citrus Aurantium, 528 mg di caffeina e 900 mg di iperico, al secondo è stato somministrato un placebo di maltodestrine, mentre al terzo, che fungeva da gruppo di controllo, nulla. Il trattamento è avvenuto ogni giorno per sei mesi.

Le istruzioni hanno indicato di seguire una dieta di 1800 Kcal al giorno e nella pratica di esercizi fisici svolti tre volte a settimana, sotto la supervisione di un esperto.

I pazienti del primi gruppo hanno mostrato una perdita di peso e di grasso corporeo pari, rispettivamente, a 1.4 Kg e al 2.9%, nei confronti degli altri due gruppi. È stato notato anche un calo, benché non significativo statisticamente, dei trigliceridi e del colesterolo nel plasma. Battito cardiaco e pressione sanguigna sono rimasti pressoché uguali.

Basandosi su questi dati, si è concluso che la combinazione dell’estratto di Citrus Aurantium, di caffeina e di iperico risulta efficace per gli adulti in sovrappeso, quando viene abbinata ad un consumo ristretto di calorie e ad una moderata attività fisica.

Introduzione
Lo sviluppo dell’obesità è stato collegato ad uno o più dei seguenti fattori: propensione genetica, mancanza di attività fisica, consumo eccessivo di cibo e condizioni psicologiche (1,3). L’obesità è una condizione che può provocare serie patologie, tra cui diabete mellito di tipo 2, ipertensione, malattie alle arterie coronarie, reflusso gastroesofageo, osteoartrite, apnee notturne, infertilità e trombosi.

Discussione
Nel tentativo di perdere peso, i soggetti obesi tendono di solito a ridurre le calorie. Il risultato è una risposta adattiva del metabolismo basale, abbinato ad una riduzione dei muscoli scheletrici. La perdita di peso e la riduzione di calorie comporta una compensazione in termini di abbassamento del dispendio energetico;

I pazienti del primo gruppo, cioè quelli che hanno ricevuto un trattamento a base di Citrus Aurantium, caffeina e iperico combinati, hanno mostrato una significativa riduzione sia del peso che del grasso corporeo; nei gruppi a cui è stato somministrato il placebo e il gruppo di controllo non è stato rilevato alcun cambiamento (se non minimo e quindi trascurabile) della massa grassa. 

Anche l’aspetto psicologico dei pazienti obesi è stato oggetto di attenzione in questo studio. Si è notato che la depressione potrebbe essere un fattore causativo o reattivo dell’obesità (5) e per questo motivo può divenire necessario un intervento farmacologico.

I sintomi della depressione sono stati collegati all’aumento di peso (6) e l’iperico viene considerato un antidepressivo sicuro ed efficace nel trattamento di pazienti con depressione da lieve a moderata. È un potente inibitore dell’assorbimento di serotonina (5-idrotriptofano), di dopamina, di noradrenalina, di acido amminobutirrico e di acido glutamminico.

Gli effetti di questa erba si concretizzano in una riduzione della sensazione di angoscia e nell’aumento del benessere. Quindi l’iperico si può considerare un efficace agente nel trattamento della depressione lieve-moderata in presenza dell’obesità.

Conclusioni
L’estratto di Citrus Aurantium è un agente beta-simpaticomimetico ad azione indiretta che, se combinato con caffeina e iperico e abbinato ad attività fisica regolare e ad una riduzione dell’importo calorico, può indurre la diminuzione del peso corporeo in maniera maggiore e più efficace rispetto alla sola azione della dieta e dell’attività fisica.

Questo studio dimostra come la combinazione dell’estratto di Citrus Aurantium, di caffeina e di iperico è fattibile ed efficace nella regolazione del grasso corporeo in soggetti obesi adulti senza problemi di salute.

Bibliografia

1. Hirsch J, Liebel RThe genetics of obesityHosp Pract, 3 (1998), pp. 55-77

2. Wadden TA, Berkowitz RI, Vogt RA, et al.Lifestyle modification in the pharmacological treatment of obesity: A pilot investigation of a potential primary care approachObes Res, 5 (1997), pp. 218-226

3. Schwartz MWRegulation of appetite and body weightHosp Pract, 7 (1997), pp. 109-119

4. Daly PA, Kricger DR, Dullo AG, et al.Ephedrine, caffeine and aspirin: Safety and efficacy for treatment of human obesityInt J Obes, 17 (Suppl 1) (1993), pp. S73-S78

5. Foreyt JP. An etiologic approach to obesity. Hosp Pratt. 1997;8:123-146.

6. 12. DiPietro L, Stunkard AJ. Depressive symptoms and weight change in a national cohort of adults. Znt J Obes. 1992;16:745-753.


Enrico Nunziati
Collabora da anni con decine di siti web, blog e forum che trattano di erbe officinali, erboristeria, salute e benessere. Per Kos edizioni ha pubblicato Vademecum di Erboristeria, un libro pensato per essere utile, scritto con Franco Bettiol e Irene Nappini.

Le informazioni presenti in questo articolo non possono e non devono sostituire il consulto medico. Ogni indicazione o suggerimento o rimedio naturale riportato NON deve essere seguito senza consulto del proprio medico.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)