DIFESE IMMUNITARIE, influenza, mal di gola, raffreddore

DIFESE IMMUNITARIE, influenza, mal di gola, raffreddore

Con l'arrivo delle stagioni autunnali e invernali é necessario avere molta cura di se stessi. Aumentate le difese immunitarie, per resistere ad agenti esterni come le malattie da raffreddamento

Pubblicato : 10/09/2015 07:48:46
Categorie : Enrico Nunziati , Malattie invernali

Finita l'estate comincia l'autunno e con esso i primi malesseri destinati a sfociare in raffreddore e influenza. Per prima cosa è necessario cercare di prevenire questi fastidiosi disturbi che possono compromettere non solo giornate di lavoro ma soprattutto le nostre poche ore di svago del fine settimana.

echinacea per aumentare le difese immunitarie

Procuriamoci allora preparati a base di ECHINACEA, pianta originaria del Nordamerica, utilizzata dalle tribù indiane dei Dakota. Studi recenti condotti in Germania hanno confermato per questa pianta attività immunostimolante e antinfiammatoria.

Si può utilizzare da sola in compresse o come tintura madre ma spesso è presente in associazione con altre piante, ad esempio Mirtillo, o con minerali come Rame e Zinco.

mirtillo antinfiammatorio
Nei prodotti composti il mirtillo presenta un'azione antinfiammatoria, che può essere potenziata dalla presenza del rame, mentre lo zinco accelera l'attività degli enzimi coinvolti nei vari processi.

Un'altra pianta con notevoli proprietà immunostimolanti è l' UNCARIA TOMENTOSA, o unghia di gatto, così chiamata per le spine ad uncino con cui si aggancia agli alberi. E' una pianta che nasce in Sudamerica, utilizzata dai curanderos per curare ferite, ulcere, infiammazioni e dolori articolari. Se ne possono assumere dai 250 ai 500 mg. al giorno per assicurarsi un benefico effetto di stimolazione delle nostre difese immunitarie.

Anche il SUCCO DI ALOE presenta una buona efficacia come immunostimolante. Un paio di cucchiai al giorno in abbondante acqua lontano dai pasti per cicli di 2 mesi può ridurre la predisposizione ad infezioni di origine batterica o virale, dovuta a deficit del sistema immunitario.

Per avere un riscontro positivo la nostra cura preventiva deve essere iniziata ai primi cambi di stagione, appunto ottobre è il mese ideale, e continuata per tutto il periodo invernale. Visto che non combattiamo il sintomo ma aumentiamo le nostre difese avremo una protezione sia nei confronti di attacchi batterici che virali. Se capiterà di prendersi ugualmente un raffreddore o una influenza saranno sicuramente più lievi e potremo contrastarli efficacemente utilizzando rimedi naturali, di cui parleremo più tardi, senza ricorrere agli antibiotici!

Continuiamo la nostra ricerca di piante con azione immunostimolante parlando di una pianta che ultimamente ha assunto una nuova dignità. La PAPAIA è utilizzata da sempre come digestivo essendo ricca di enzimi che facilitano, appunto, la digestione. Negli ultimi anni però si è sentito parlare sempre più spesso di PAPAIA FERMENTATA. Si ottiene facendo fermentare il frutto fresco a lungo e a basse temperature con lievito. Ciò che si ottiene è un prodotto con proprietà immunostimolanti e antiossidanti.


Se durante il lungo inverno capiterà di prendere un raffreddore vediamo come dobbiamo curarci, utilizzando rimedi naturali non aggressivi ma ugualmente assai efficaci.

Il primo aiuto ci viene da un grande rimedio della medicina naturale : LA PROPOLI.
E' una resina aromatica prodotta dalle api in primavera utilizzando le gemme di alcuni alberi quali: betulla, pioppo, olmo, salice, quercia, frassino, ippocastano, pino e abete. Ha attività batteriostatica, battericida, antivirale, antimicotica, antinfiammatoria, cicatrizzante e immunostimolante.
Si utilizza sotto forma di spray orale, tintura madre, sciroppo, tavolette da sciogliere in bocca, colluttorio, spray nasale. Viene utilizzata anche per uso esterno come unguento cicatrizzante in caso di ustioni. E' un rimedio eccellente nel caso di raffreddore, mal di gola, sinusite ma anche influenza date le sue proprietà antivirali. Se vi sono placche bianche alle tonsille si possono fare efficaci toccature con la tintura madre! Per i bambini vi sono specifici spray senza alcol oppure sciroppi e tavolette dolci che mascherano efficacemente il sapore un po' acuto della resina.

Una abitudine oramai consolidata è quella di associare a tutte le cure che vengono fatte una buona dose di Vitamina C. ACEROLA e ROSA CANINA sono piante che ne contengono in grande quantità. E' necessario assumere 1 grammo al giorno di Vitamina C per sfruttare le sue proprietà antiossidanti e di potenziamento delle difese naturali.


La Gemmoterapia consiglia di associare la ROSA CANINA al RIBES NIGRUM in caso di raffreddore con questo schema posologico: mattino a digiuno RIBES NIGRUM, macerato glicerico 1DH, 50 gocce in acqua sera a digiuno ( prima di andare a letto ) ROSA CANINA, macerato glicerico 1DH, 50 gocce in acqua.
L' ACEROLA si utilizza soprattutto sotto forma di tavolette o capsule contenenti estratto secco standadizzato.

Una parola deve essere spesa anche per il rimedio principe della tosse: la DROSERA. E' una pianta carnivora che cresce in luoghi umidi e acquitrinosi. Presenta sul fiore e sulle foglie delle goccioline di mucillaggine che sembra acqua e inganna i malcapitati insetti che vogliono bere e finiscono mangiati. Ha attività antitussigena, fluidificante bronchiale, antisettica polmonare e ha azione rilassante sulla muscolatura liscia delle vie respiratorie. Rientra nella composizione di sciroppi ma è presente anche come tintura madre o in granuli a diluizione omeopatica.

L'aromaterapia ci mette a disposizione tanti oli essenziali che ci aiuteranno in caso di congestione nasale, tosse, raffreddore e sinusite; vediamoli in dettaglio.

Per la tosse è bene mettere in un diffusore 5 gocce di olio essenziale di Eucalipto, Pino, Timo.
Nel caso di raffreddore si possono utilizzare Niaouli e Pino. Per la sinusite il trattamento è lo stesso del raffreddore. Per la congestione nasale è bene utilizzare vari diffusori da localizzare in tutte le stanze o umidificatori che diffondano bene umidità e essenze; gli oli da utilizzare sono Eucalipto, Pino, Timo.

Un' ultima annotazione forse di costume ma non troppo: ricordiamoci che le nostre difese immunitarie sono tanto influenzate da noi stessi e dal nostro atteggiamento!
Una visione positiva e serena nei confronti di tutto ciò che ci sta intorno e che ci capita quotidianamente andrà a beneficio del nostro benessere psicologico ma aiuterà anche il nostro sistema immunitario. Allora diamo alle cose il loro giusto peso e teniamo di più al nostro benessere.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)