5 trattamenti anti cellulite naturali ed efficaci

5 trattamenti anti cellulite naturali ed efficaci

Quale donna, anche magra, può dire di non avere problemi di cellulite?

Pubblicato : 27/12/2017 14:59:50
Categorie : Eleonora Rampolli , Rimedi contro la Cellulite

Quale donna, anche magra, può dire di non avere problemi di cellulite? Il fatto che sia un problema così diffuso spinge a pensare che sia impossibile liberarsi dalla pelle a buccia d’arancia se non ricorrendo ad interventi invasivi e chirurgici.

La chirurgia anti-cellulite è veramente l’unico rimedio?

Secondo l’American Society of Plastic Surgeons (ASPS) solo nel 2015 negli Stati Uniti sono stati eseguiti quasi 1,7 milioni di interventi di chirurgia anti-cellulite, incluse 220 mila liposuzioni.

Visti i numeri molte donne pensano che la liposuzione sia la soluzione, drastica ma veloce, ai problemi di cellulite. Tuttavia non è propriamente così e la stessa ASPS mette in guardia su questo luogo comune spiegando che nessun intervento chirurgico può sostituire dieta sana ed esercizio costante.

Prima di arrivare ai rimedi naturali contro la cellulite (eh si esistono se ve lo stavate chiedendo!) partiamo dall’inizio: quali sono le cause della cellulite? Che cosa intendiamo esattamente quando parliamo di cellulite?

Che cos’è la cellulite: le cause
La principale causa della cellulite è una stasi micro-circolatoria dell’epiderma che si localizza soprattutto negli arti inferiori, spesso in presenza di adiposità localizzata.

In pratica le cellule adipose subiscono alterazioni nella forma e nel volume: la rottura della membrana citoplasmatica che le avvolge causa la fuoriuscita dei trigliceridi i quali si fanno spazio nelle intercapedini intercellulari; al contempo assistiamo alla ritenzione idrica nel sistema venoso e linfatico e ad una involuzione del tessuto reticolare intorno agli adipociti che interessa anche le fibre di collagene.

rimedi da usare subito contro la cellulite

Abbiamo visto che molte donne soffrono di problemi di cellulite ma quest’ultima si può presentare a differenti stadi. Soprattutto affrontando tempestivamente questo inestetismo è possibile contrastare l’effetto a buccia d’arancia senza ricorrere ad interventi chirurgici e di liposuzione.

Per riassumere senza addentrarci in tecnicismi vediamo i tre stadi della cellulite: scopi in quale ti trovi e cosa puoi fare per trattarla.

Fasi della cellulite

Fase edematosa: è quella di ristagno di liquidi nei tessuti in cui la cellulite si avverte solo al tatto;

Fase fibrosa: coinvolge il tessuto adiposo perché i liquidi penetrano nei tessuti. Si assiste alla degenerazione delle fibre di collagene e la pelle assume il noto aspetto a buccia d’arancia;

Fase sclerotica della cellulite: il tessuto è duro al tatto, con la comparsa di noduli di grandi dimensioni; la pelle assume il tipico aspetto “a materasso” caratterizzato da avvallamenti e macchie.

Questa è la causa scientifica della cellulite. Vediamo ora quali sono i fattori che aumentano il rischio di sviluppare questo problema, ovvero:

  • disidratazione;
  • dieta povera e carente;
  • squilibri ormonali;
  • vita sedentaria;
  • sovrappeso o obesità.

Evitare queste condizioni è già un modo per ridurre e prevenire la cellulite. Questa è sicuramente la prima via da provare: la liposuzione, in quanto intervento chirurgico, va considerata eventualmente (e con le dovute cautele) solo quando queste regole preventive falliscono. Non bisogna sottovalutare i rischi connessi e prendere sotto gamba la cosa. Liposuzione si o no quindi? Non sta a noi dirlo ma sicuramente non è consigliabile sceglierla come via breve e senza fatica. Peraltro anche il post operazione richiede di seguire le regole di cui sopra (recenti studi hanno dimostrato che altrimenti non solo il grasso asportato può ripresentarsi ma può farlo anche localizzandosi in punti diversi da quelli in cui è stato asportato) quindi perché non iniziare subito?

Dieta anti cellulite

Cosa mangiare e quali alimenti eliminare

Se sei in sovrappeso la prima arma per combattere la cellulite è dimagrire seguendo una dieta sana.

Tra i cibi anti cellulite in particolare segnaliamo:

  • i semi di lino (ottimi per la colazione, stimolano la produzione di collagene);
  • frutta e verdure di stagione per favorire l’idratazione;
  • cereali integrali e alimenti ricchi di fibre;
  • potassio (si trova nell’avocado, nelle banane, nell’acqua di cocco etc).

Ed ecco invece gli alimenti NO in una dieta anti-cellulite (da eliminare quindi o quantomeno ridurre):

  • sale e zucchero;
  • farine raffinate;
  • allergeni.

Ma il vero segreto alimentare anti cellulite è il brodo di ossa. Questa ricetta infatti stimola la produzione di collagene, alla base dell’elasticità della pelle (stesso motivo per cui il brodo di ossa è consigliato per rafforzare unghie e capelli e non solo).

Attenzione: affinché il brodo fatto in casa produca gelatina è importante includere una buona quantità di ossa con articolazioni come ad esempio il ginocchio o, nel caso di pollo, le zampe spellate. Se il brodo non gelifica probabilmente c’è questa carenza oppure significa che la cottura è avvenuta a temperatura troppo alta per velocizzare i tempi perché il calore rompe il collagene. Ecco perché il brodo deve essere lasciato bollire a fuoco bassissimo. Questo non significa che se il brodo non fa la gelatina sia da buttare: al contrario perché contiene comunque glicina e prolina ed è una fonte di minerali.

Integratori anti cellulite: ecco i principi attivi che aiutano

Può essere utile per completare l’azione anti cellulite, assumere alcuni nutrienti. In particolare negli integratori a questo scopo si trovano:

Tra i rimedi naturali anti cellulite i più efficaci sono i trattamenti a base di uva e vino. I derivati dell’uva esercitano sulla pelle un’azione elasticizzante, stimolano la produzione di collagene e svolgono una funzione antinvecchiamento, tonificante e drenante. Peraltro la presenza dell’acido tartarico, nel vino rosso, favorisce il ricambio cellulare levigando la pelle.

Non tutti i vini o i tipi di uva sono uguali: si le qualità più ricche di resveratrolo, antiossidante che ha un’azione protettiva per l’apparato circolatorio riducendo il rischio di arteriosclerosi e problemi cardiaci. Tra i vini più indicati ad esempio i rossi come Nero d’Avola, Cabernet e Merlot.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)