Antinfiammatori naturali

Antinfiammatori naturali

Con il termine antinfiammatori naturali si indicano, in genere, gli estratti delle piante che permettono di alleviare il dolore causato dalle infiammazioni, ad esempio alle articolazioni.

Pubblicato : 10/07/2020 06:47:54
Categorie : Articolazioni e rimedi naturali , Enrico Nunziati , Rimedi per la Terza eta

Infiammazioni o dolori muscolari? Scopri quali rimedi antiinfiammatori naturali per articolazioni potrebbero farti stare meglio da subito. Inizia cambiando la tua alimentazione.

Ad avere bisogno di antinfiammatori naturali potrebbero non essere solo sportivi a seguito di piccoli infortuni o sforzi eccessivi e/o movimenti sbagliati. Soffri di mal di testa o dolori muscolari o articolari anche se non fai molto sport? Spesso proprio la vita sedentaria è causa di questi problemi perché la muscolatura è più debole e meno tonica.

Sommario:

In caso di dolore acuto molte persone si recano in farmacia: i medicinali anti infiammatori hanno il merito di dare sollievo immediato o quasi. Tuttavia un’assunzione prolungata potrebbe avere alcuni effetti indesiderati e controindicazioni.

Dove si possono acquistare prodotti anti infiammatori naturali? In erboristeria o anche comodamente online. Ma ti stupirà forse sapere che la prima cura contro le infiammazioni dell’organismo è quella che fai a tavola

Cibi antinfiammatori

Se l’infiammazione viene trascurata e non viene curata, può diventare una condizione cronica. L’infiammazione cronica si associa a malattie quali diabete, artrite, depressione, tumore, disfunzioni cardiache o Alzheimer.

A contribuire allo sviluppo delle infiammazioni sono i radicali liberi. Ecco perché è fondamentale scegliere alimenti ricchi di anti ossidanti (1) che ti aiutano a neutralizzarli.

I primi da portare a tavola sono le verdure a foglia verde: che facciano bene non è un segreto (ecco perché si trovano praticamente in tutte le diete). La scelta è ampia: spinaci, rucola, bietola etc.

Il salmone è ricco di acidi grassi Omega 3 ed è consigliato per chi soffre di infiammazioni. Per chi segue una dieta vegetariana, una valida alternativa sono i semi di chia e di lino.

Per quanto riguarda la frutta, da preferire mirtilli (ricchi di quercetina), fragole e ananas - che contiene bromelina (2). La bromelina, nella sua forma più concentrata, ovvero la bromelina del gambo, viene utilizzata anche nell’industria farmaceutica per la preparazione di farmaci antidolorifici.

Tra le spezie la curcuma è un vero toccasana: diversi gli studi che hanno approfondito gli effetti benefici e antiossidanti del pigmento della curcumina (3). Anche la cannella, oltre a ridurre l’indice glicemico, sembrerebbe avere proprietà anti infiammanti. Molto efficace anche lo zenzero: la sua azione ricalca quella dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidi) nel combattere le infiammazioni. E’ considerato da tempo un valido antiossidante e antinfiammatorio naturale.

E non possiamo non parlare dell’aglio: un purificante naturale per eccellenza.

Rimedi naturali

Come abbiamo appena visto, molti antiossidanti che la natura ci offre, sono gustosi e puoi trovarli sulla tua tavola. Altri rimedi anti infiammatori naturali consistono in principi attivi delle piante curative. Si usano per creare integratori che aiutano a rafforzare muscoli e articolazioni o ad alleviare i dolori. Sei curioso di sapere quali sono le erbe anti infiammatorie che usi spesso magari senza conoscerne le proprietà fino in fondo?

Erbe officinali e integratori

Nella categoria degli antinfiammatori naturali rientrano diverse piante i cui estratti hanno la capacità di alleviare il dolore dovuto ad infiammazioni di diversa natura.

Non trattandosi di farmaci di sintesi, le controindicazioni sono molto contenute. Questo non significa che devi affidarti al fai da te: chiedi sempre il parere medico per un consulto personalizzato.

La prima che ti segnaliamo è l’artiglio del diavolo. A questo nome all’apparenza inquietante corrisponde una pianta africana a forma di uncino che fin dall’antichità veniva usata nelle tribù locali per curare dolori e infiammazioni.

Visto l’alto contenuto nelle radici di fitosteroli e i flavonoidi, che determinano un’attività antinfiammatoria e analgesica, l'impiego popolare ne consiglia l’uso per combattere reumatismi, dolori mestruali e mal di schiena. Se fai sport probabilmente ne conosci gli effetti! Attenzione perché non andrebbe usato in gravidanza.

I primi studi europei su questa radice risalgono agli anni ’50: furono i tedeschi i primi ad interessarsi alla medicina tradizionale della Namibia (4). Fino agli anni ’90 però ancora le prove scientifiche delle proprietà degli estratti di arpagofito erano ridotte. Le ricerche più recenti hanno evidenziato i vantaggi a fronte di limitati effetti indesiderati.

Come sempre consigliamo di consultare il medico per escludere controindicazioni o interazioni con altri farmaci.

Meno nota, ma non per questo meno efficace, è l’arnica montana. La sua azione antinfiammatoria si deve in particolare ai componenti chimici contenuti in questa erba medicinale: sostanze amare, i lattoni sesquiterpenici (soprattutto l’elenalina). Anche in questo caso i primi studi sono tedeschi e collocati intorno agli anni ’505.

Favorisce la cicatrizzazione delle ferite (attenzione da non usare direttamente sulle ferite aperte) e, in presenza di stiramenti muscolari, traumi, contusioni ed ematomi, conferisce sollievo riducendo il gonfiore. Si è rivelato anche un valido rimedio naturale anche contro le infiammazioni di bocca e gola; rinfrescante, dona una sensazione di sollievo in caso di punture di insetti e di scottature di lieve entità.

L’arnica non trova applicazione in fitoterapia per via interna perché è cardiotossica. Può essere assunta solo per via esterna, sulla pelle sana. Si sconsiglia l’uso dell’arnica in caso di gravidanza. Rivolgiti al tuo medico prima di un’eventuale assunzione soprattutto per usi prolungati perché può portare ad irritazioni della pelle.

L’aloe vera, in forma di succo o di gel, é ideale e con efficacia per reumatismi, per disturbi intestinali, infiammazioni delle mucose e per trattare in modo naturale l’artrite.

La spirea è considerato analgesico, utilizzato per i dolori causati da stati influenzali, per il mal di denti, per le cefalee, per il mal di schiena e per i dolori articolari in genere. È anche un potente antipiretico, efficace contro febbre e malattie da raffreddamento.

Sfoglia il nostro catalogo online: troverai un’ampia scelta di prodotti antiinfiammatori naturali.

Bibliografia

1 Letizia Bernardi Cavalieri, La dieta du misura - Manuale pratico di Bioterapia Nutrizionale, Antonio Tombolino Editore, Ancona, 2015;

2 Bromelain: From Production to Commercialisation
Aizi Nor Mazila Ramli 1, Tuan Norsyalieza Tuan Aznan 1, Rosli Md Illias 2
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27790704/

3 Phytosomal Curcumin: A Review of Pharmacokinetic, Experimental and Clinical Studies
Hamed Mirzaei 1, Abolfazl Shakeri 2, Bahman Rashidi 3, Amin Jalili 1, Zarrin Banikazemi 4, Amirhossein Sahebkar 5
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27930973/

4 Formation of Nitrogen-Containing Metabolites From the Main Iridoids of Harpagophytum Procumbens and H. Zeyheri by Human Intestinal Bacteria
B Baghdikian, H Guiraud-Dauriac, E Ollivier, A N'Guyen, G Dumenil, G Balansard
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/10193209/

5 Theodorus Jacobus Von Bergzabern;




Enrico Nunziati
Collabora da anni con decine di siti web, blog e forum che trattano di erbe officinali, erboristeria, salute e benessere. Per Kos edizioni ha pubblicato Vademecum di Erboristeria, un libro pensato per essere utile, scritto con Franco Bettiol e Irene Nappini.

Le informazioni presenti in questo articolo non possono e non devono sostituire il consulto medico. Ogni indicazione o suggerimento o rimedio naturale riportato NON deve essere seguito senza consulto del proprio medico.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)