FITOTERAPIA E PROSTATA - I rimedi naturali

FITOTERAPIA E PROSTATA - I rimedi naturali

Cos’è la prostata?
La prostata è una ghiandola presente esclusivamente negli uomini. Si trova tra la sinfisi pubica e l’intestino retto ed ha le dimensioni  e la forma di una castagna. La sua funzione consiste nel produrre un liquido chiaro, lattescente e filante che si unisce allo sperma nell’ultima fase dell’eiaculazione, probabilmente per migliorare la mobilità degli spermatozoi.

prostatite infiammata

Prostatite, il disturbo più frequente.
Il disturbo più frequente è l’infezione della prostata. E’ causata da batteri che raggiungono l’organo attraverso il sangue oppure da un’infezione dell’uretra. Si distinguono due tipi di prostatite: la prostatite acuta e la prostatite cronica.  La prostatite acuta si manifesta con un esordio quasi improvviso, con febbre, dolore alla regione rettale,  disturbo della minzione, diminuzione della libido, coito molto doloroso. La prostatite cronica sopravviene, solitamente, oltre i 50 anni; nella maggior parte dei casi si tratta di prostatite acuta non trattata adeguatamente.

Vi possono essere altre cause:
- Stitichezza e presenza di emorroidi
- Alimentazione irregolare
- Eccesso di alcol
- Fumo
- Sedentarietà
- Astinenza sessuale
- Stress
- Coito interrotto
- Disfunzioni immunitarie

Anche i traumi perineali lievi ripetuti , causati per esempio da sport quali ciclismo, equitazione, rally, possono scatenare prostatite acuta.
I sintomi della prostatite acuta e di quella cronica sono pressoché gli stessi. Abbiamo dimagrimento, dolori articolari, stanchezza, scarso appetito, dolore forte nella zona perianale.

La fitoterapia può aiutare?
Può aiutare molto, soprattutto nelle fasi iniziali, per evitare di assumere dosi massicce di antibiotici o per ridurne le dosi oppure per  mantenere l’equilibrio ritrovato. 

Il trifoglio rosso è una pianta molto utile in caso di problemi a livello prostatico. E’ ricco di isoflavoni,  fitoestrogeni  importanti per conservare l’equilibrio e la funzionalità dell’apparato sessuale maschile e femminile. Sembra che studi recenti abbiano mostrato una riduzione del volume prostatico in maschi adulti che hanno utilizzato per lunghi periodi isoflavoni da trifoglio.

Il licopene è un’altra molecola importante nelle patologie prostatiche. E’ un potente antiossidante, estratto dal Lycopersicum esculentum, ed è ricco di vitamina A, vitamina C, carotenoidi, minerali e oligoelementi. La sua azione sulla prostata consiste nel contrastare l’azione degenerativa dei radicali liberi e nel riparare gli eventuali danneggiamenti subiti dalla  ghiandola. 

Molto conosciuta da chi predilige gli aiuti naturali, la Serenoa repens viene usata da secoli, dalla medicina tradizionale, per regolarizzare la funzionalità dell’apparato sessuale maschile. La sua azione è stata studiata scientificamente e sembra consista  nell’inibire l’attività dell’enzima 5-alfa-reduttasi, responsabile della trasformazione del testosterone in deidrotestosterone. Altre piante utili per il buon funzionamento  della prostata e degli apparati  urinario e genitale sono il Pygeum africanum, l’ Ortica, l’Echinacea, l’ Uva ursina, il Tè verde. L'uva ursina in particolare grazie ai glucosidi idrochinonici contenuti fornisce un'attività disinfettante a livello delle vie urinarie, contribuendo a ridurre l'infiammazione.

Alimenti amici
L’alimentazione svolge un ruolo di primo piano in caso di prostatite o patologie a carico della prostata. Sono da consumare generosamente alimenti ricchi di fitoestrogeni come soia e legumi in generale. Anche i semi di zucca si sono dimostrati utili, aggiunti alle insalate o anche mangiati  tal quali, tra un pasto e l’altro. E’ necessario aumentare il consumo di fibre e yogurt ricco di probiotici,  per rendere perfetta  la funzionalità intestinale. Sia per l’intestino che per l’apparato urinario è consigliabile bere molta acqua, soprattutto al di fuori dei pasti. Sono invece da evitare gli alimenti pesanti e di difficile digeribilità, come i fritti, gli  alimenti ricchi di grassi idrogenati, gli  alcolici, il caffè, il cioccolato.

Consigli

Dopo i 50 anni, anche se non sono in presenza di sintomi particolari,  gli uomini dovrebbero fare un controllo della prostata attraverso una visita urologica, la valutazione ematica del Psa ed una eventuale ecografia.

prostata e rimedi naturali


Maria Elena Frosini
Farmacista di professione, per passione scrive articoli di medicina naturale, alimentazione e benessere. Collabora con riviste che pubblicano articoli di medicina naturale, argomento che conosce bene. Le piacerebbe che un numero sempre maggiore di persone sperimentasse quanto può essere importante conoscere la medicina naturale e tutti i suoi possibili impieghi per la prevenzione ed il benessere.

Le informazioni presenti in questo articolo non possono e non devono sostituire il consulto medico. Ogni indicazione o suggerimento o rimedio naturale riportato NON deve essere seguito senza consulto del proprio medico.

Condividi