Eiaculazioni Precoce: rimedi

Eiaculazioni Precoce:  rimedi

Circa un uomo su tre soffre di eiaculazione precoce. Esistono diversi rimedi fai da te, vediamo quali

Pubblicato : 13/08/2017 07:53:01
Categorie : Benessere e sessualità , Enrico Nunziati

Circa un uomo su tre soffre di eiaculazione precoce (espressa con la sigla EP), fenomeno che può verificarsi in alcuni periodi della vita ed iniziare anche ad età avanzata.

Si definisce precoce una eiaculazione che generalmente si verifica prima dei due minuti. Chiaramente crea notevole disagio e imbarazzo, ma per fortuna esistono dei rimedi e delle tecniche di vario genere per prevenirla.

L’eiaculazione precoce può essere anche solo occasionale, e manifestarsi in casi di eccezionale eccitazione (ad esempio la prima volta con una nuova partner), per poi ridursi o non verificarsi più nei successivi rapporti.

Si distinguono due tipi di eiaculazione precoce: una innata, che si verifica in giovane età durante i primi rapporti sessuali ed è la più difficile da trattare, soprattutto perché causa riflessi psicologici negativi sulla persona; una acquisita, che può presentarsi in quanto attivata da fattori psicologici (come lo stress) o fisici (diabete o pressione alta).

Come ritardare l’eiaculazione

Esistono diversi rimedi fai da te per trattare l’eiaculazione precoce, come fare sesso più frequentemente o la masturbazione un paio d’ora prima del rapporto. La soluzione più diffusa ed efficace è comunque l’utilizzo di un preservativo ritardante, più spesso e meno incline a favorire la sensibilità.

Ci sono anche le cosiddette strategie comportamentali, come le tecniche “start-stop” o “squeeze”, efficaci al momento del rapporto ma sicuramente non a lungo termine. Inoltre queste tecniche vanno affinate nel tempo e prevedono un’intesa di coppia molto forte. Secondo alcune statistiche, circa il 70% degli uomini che utilizzano abitualmente queste tecniche riescono a superare il disagio dell’eiaculazione precoce.

Infine, va ricordato che queste soluzioni sono adatte a uomini affetti da EP per motivi legati all’emotività; se il problema è l’ipersensibilità i benefici si riducono notevolmente. In casi del genere, si fa di solito ricorso a medicinali prescritti dal medico. Ma vediamo nel dettaglio le due tecniche appena citate.

Start-stop
Questa tecnica è la più semplice e può essere seguita anche in solitudine; consiste nello stimolare il pene, fermandosi poco prima dell’eiaculazione. Riprendere quindi la stimolazione dopo circa 45 secondi e ripetere il tutto 4 o 5 volte. Alla fine lasciare che l’eiaculazione avvenga, così da capire qual è il “punto di non ritorno”.

Alcune coppie lamentano la difficoltà di avere un rapporto sessuale intenso, viste le continue interruzioni.

Squeeze
Questa tecnica si attiva con la pressione (circa 30 secondi) delle dita sull’area del pene compresa tra la fine del glande e l’inizio dell’asta, appena prima dell’eiaculazione, che viene così arrestata. Il lato negativo è che ne risente anche l’erezione, almeno fino a che non si viene nuovamente stimolati. Il processo va ripetuto circa 4-5 volte. Per essere efficace, questa tecnica va provata per diversi mesi e richiede grande perseveranza da parte di entrambi i partner.

Altre opzioni
La soluzione più semplice e primitiva è pensare a qualcosa di diverso durante il rapporto, per focalizzare l’attenzione su altro e ridurre l’eccitazione. Il problema è che così non si vive assolutamente il piacere di un rapporto.

Quando un uomo è affetto da eiaculazione precoce, la sua partner dovrebbe comportarsi in modo da non mettere maggiore pressione su di lui; quindi deve evitare espressioni di dissenso, non rifiutare baci e abbracci e soprattutto cercare di ridurre l’ansia con sorrisi, facendo semmai commenti di gratificazione e mostrando un vivo interesse sessuale, nonostante tutto.
La comunicazione è per questo fondamentale ed evita pericolose discrepanze tra le aspettative sessuali dei due partner.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)