Naringina 60 compresse - Kos - Integratore per le tue difese

Scontato

Sconto quantita

Naringina 60 compresse - Kos Visualizza ingrandito

Naringina 60 compresse - Kos

Naringina 60 compresse

Maggiori dettagli

Febbre, Influenza e mal di golaPrezzo 13.50

SCONTO -10%

invece che 15,00 €

  • SPEDIZIONE Gratis con E 25.00 di acquisto

  • CONSEGNA in 24h con i corrieri SDA e BRT

  • PAGAMENTO SICURO

Quantità Prezzo Sconto Risparmia
2 12,75 € 15% Fino a 4,50 €
3 12,30 € 18% Fino a 8,10 €

Modalità d'uso: da 1 a 3 compresse al giorno, preferibilmente ai pasti.

Ingredienti: naringina da pompelmo (Citrus maxima Osbeck) frutto; cellulosa microcristallina; amido di mais pregelatinizzato; antiagglomeranti: talco, magnesio stearato vegetale, silice colloidale.

Indicazioni: l'integrazione di Naringina è indicata nei casi di aumentato fabbisogno di tale nutriente.

Avvertenze: se si stanno assumendo farmaci anticoagulanti, antiaggreganti piastrinici o eparinoidi consultare il medico prima di usare il prodotto. Per l’uso del prodotto durante la gravidanza si consiglia di sentire il parere del medico. Il prodotto va utilizzato nell'ambito di una dieta variata ed equilibrata seguendo uno stile di vita sano. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni.

La naringina è un flavonoide presente naturalmente in diversi frutti del genere Citrus, in particolare nel Pompelmo, al quale conferisce il caratteristico sapore amaro. Si tratta di un glicoside costituito dall’unione di un flavanone, la naringenina (aglicone) e di uno zucchero, il neoesperidosio (disaccaride). Nell’organismo umano la naringina viene idrolizzata a naringenina grazie alla presenza nel fegato dell’enzina naringinasi (1-2).

Sinonimi: naringoside, flavanone-7-O-neoesperidoside, 4',5,7-triidroflavanone-7-ramnoglucoside, 4',5,7-triidroflavanone-7-rutinoside
Denominazione chimica: 7-[[2-O-(6-deossi-a-L-mannopiranosil)-b-D-glucopiranosil]ossi]-2,3-diidro-5-idrossi-2-(4-idrossifenil)-4H-1-benzopiran-4-one
Nomi stranieri: ingl. – Naringin, Naringoside, Flavanon-7-O-neohesperidoside, 4',5,7-trihydroflavanone-7-rhamnoglucoside, 4',5,7-trihydroflavanone-7-rutinoside; fr. - naringine, 4',5,7-trihydroflavanone-7-rhamnoglucoside, 4',5,7-trihydroflavanone-7-rutinoside; sp. - Naringina; ted. - Naringin

STUDI TOSSICOLOGICI: Le ricerche tossicologiche confermano che la naringina non presenta tossicità e possiede una notevole sicurezza d’uso (almeno fino a 600 mg al giorno) (1,2). Le interferenze con l’assorbimento ed il metabolismo di alcuni farmaci, riportate per l’impiego del succo di pompelmo, sono dovute alla presenza di furocumarine ed altri componenti diversi dalla naringina; tuttavia anche la naringenina, che si origina nell’organismo per idrolisi della naringina, può interferire sul metabolismo di alcuni farmaci (1-2).

PROPRIETA’:
1) DIFESE INVERNALI: durante gli studi sulla replicazione dei virus alcuni ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma hanno individuato nelle cellule una struttura cellulare indispensabile per la proliferazione di diversi ceppi virali: si tratta dei canali ionici liposomiali Tpc (TwoPoreChannel). Di conseguenza è stato effettuato uno screening sperimentale su oltre 150 composti, alla ricerca di sostanze naturali in grado di interferire con i suddetti canali cellulari: gli stessi ricercatori hanno pubblicato recentemente uno studio su una rivista internazionale riportando i risultati delle loro ricerche: la naringenina che si forma nell’organismo per idrolisi della naringina, è in grado di inibire il canali liposomiali Tpc, contrastando in tal modo la replicazione di alcuni virus: si aprono così promettenti orizzonti all’impiego di questa sostanza vegetale per arginare la replicazione di specifici ceppi di virus (2-3).

2) EFFETTI LENITIVI E RUOLO NEI PROCESSI INFIAMMATORI: la risposta infiammatoria è una difesa che l’organismo sviluppa per risolvere determinate anomalie organiche, fra cui i disturbi articolari, ma che talvolta può diventare eccessiva e peggiorare la situazione generale. Una tale «tempesta» può essere stimolata anche da alcuni virus. La naringenina ha la capacità di intervenire direttamente sulla produzione di citochine, agendo in particolare sui macrofagi, contrastando in tal modo il processo della cosiddetta «cascata infiammatoria» ed altri meccanismi collegati (1-2).

3) EFFETTI SULL’AGGREGAZIONE PIASTRINICA e SUL SISTEMA CARIOVASCOLARE: la naringenina in vitro e la naringina in vivo (in quanto viene metabolizzata dall’organismo in naringenina) hanno dimostrato una certa inibizione dell'aggregazione piastrinica, utile in caso di individui che necessitano di una fluidificazione del sangue. Ne consegue l'avvertenza all'uso contestuale con farmaci antiaggreganti o anticoagulanti, per i possibili effetti di somma o sinergia. In uno studio su donne in menopausa la naringina è risultata utile per migliorare la circolazione e mantenere in buono stato le arterie (2-4).

4) EFFETTO ANTIOSSIDANTE: naringina e naringenina sono in grado di ridurre lo stress ossidativo aumentando gli enzimi antiossidanti (2-5).



BIBLIOGRAFIA:
1) Shukla R., Lodhib S. et al.: «Role of flavonoids in Management of Inflammatory Ddisorders» in Bioactive Food as Dietary InterInterventions for Arthritis and Related Inflammatory Diseases (Second Edition), 2019

2) Salehi B., Tsouh Fokou P.V., Sharifi-Rad M., Zucca P., Pezzani R.: «The Therapeutic Potential of Naringenin: a Review of Clinical Trials», Pharmaceuticals (Basel), 2019 Mar. 12(1): 11

3) Clementi N., Scagnolari C., D’Amore A., Palombi F., Criscuolo E., Frasca F., Pierangeli A., Mancini N., Antonelli G., Clementi M, Carpaneto A., Filippini A.: «Naringenin is a powerful inhibitor of SARS-Cov19», Pharmacol. Res., 20 october 2020

4) Habauzit V., Verny M.A., et al.: «Flavanones protect from arterial stiffness in postmenopausal women consuming grapefruit juice for 6 months: a randomized, controlled, crossover trial», Am.J.Clin.Nutr. 2015; 102-66-74

5) Ali R., Shahid A., Ali N., Hasan S.K., Majed F., Sultana S.: «Amelioration of benzo[a]pyrene induced oxidative stress and pulmonary toxicity bay naringenin in Wr.: a plausible role of COX-2 and NF-kappab», Hum.Exp.Toxicol. 2017; 36:349-364

PRODOTTI CONSIGLIATI

4 altri prodotti della stessa categoria:

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)