ricostituenti naturali

ricostituenti naturali

I ricostituenti naturali sono aiuti naturali per affrontare nel modo migliore particolari momenti della vita in cui si avverte il bisogno di ‘qualcosa in più’ per risollevarsi.

Pubblicato : 06/03/2017 17:21:26
Categorie : Benessere e sessualità , Debora De Santis

Sommario:

I ricostituenti naturali sono degli aiuti che la natura ci offre per affrontare nel modo migliore dei particolari momenti della vita in cui si avverte il bisogno di ‘qualcosa in più’ per risollevarsi. Un aiutino per recuperare energie, peso, serenità, vitalità, o per affrontare i cambi di stagione, soprattutto il passaggio dal caldo al freddo. Gli sbalzi termici - come l'accorciamento delle giornate - infatti possono arrivare a causare degli stati depressivi stagionali e allora il ricorso ai ricostituenti naturali può essere molto utile per ritrovare la salute fisica e la stabilità psicologica.

Di ricostituenti naturali ce ne sono molti, alcuni ideali per rafforzare il sistema immunitario, altri per ovviare a debolezza e astenia, altri ancora per contrastare lo stress o delle carenze nutrizionali. Tutti sono da assumere per brevi periodi, per superare la spossatezza e ridare al corpo l’energia di cui ha bisogno, ad eccezione del miele, che si può mangiare tutti i giorni senza problemi.

Quando assumere i ricostituenti naturali:

  • Dopo una malattia
  • Durante una lunga convalescenza
  • Dopo una dieta sbilanciata o troppo rigida
  • Durante i cambi di stagione
  • In caso di forme lievi di depressione
  • Dopo un periodo prolungato di sforzo psico-fisico

Quali sono i ricostituenti naturali

Tra i ricostituenti naturali più utilizzati e più efficaci ci sono miele, pappa reale, alga spirulina, ginseng, eleuterococco e maca. Tutti sono nutrienti ed energizzanti, e aiutano a tonificare sia il corpo che la mente.

Il miele. E’ forse il ricostituente più naturale e nei suoi pollini minuscoli si trovano molte sostanze benefiche per la salute:

  • Aminoacidi
  • Proteine
  • Grassi
  • Vitamine
  • Sali minerali
  • Carboidrati
  • Enzimi
  • Ormoni


Il contenuto del miele lo rende utile per sostenere l’organismo e aiutarlo a fronteggiare gli eventi stressanti, quale che sia la loro origine. Non a caso viene usato sia in caso di malanni che per prima e dopo un’attività sportiva intensa.

Di miele non esiste un solo tipo, ma tante varietà quanti sono i fiori da cui viene succhiato dalle api; ognuna diversa per odore, sapore e colore, ma le proprietà si equivalgono. Miele di acacia, di eucalipto, di castagno, di agrumi, di millefiori: tutti sono dei validi ricostituenti, ideali per offrire nutrimento e sostegno all’organismo.

E senza effetti collaterali, perché uno o due cucchiaini di miele non fanno male a nessuno, anzi aiutano a risolvere anche altri disturbi come il mal di gola e la stitichezza.

La pappa reale. Il miele viene prodotto dalle api succhiando il nettare dei fiori, mentre la pappa reale deriva dalle api stesse, è una loro ghiandola a produrla. Ed è talmente nutriente che le stesse api lo usano come sostentamento, soprattutto l’ape regina che deve crescere più grande e forte delle altre. Quindi un altro fra i ricostituenti naturali più efficaci deriva dalle api ed è utilissimo da usare come energizzante e tonico.

La pappa reale è ricca di composti benefici:

  • Acqua
  • Carboidrati
  • Proteine
  • Grassi
  • Sali minerali
  • Vitamine (A, E, gruppo B)
  • Acido folico

La pappa ideale è indicata ad ogni età, in quanto migliora le condizioni generali dell’organismo. Rende più forte il corpo, rilassa la mente, favorisce il rendimento sportivo e la capacità di concentrazione, migliora la resistenza allo stress, rimedia alla carenza di vitamine e/o minerali, stimola l’appetito e cura anche la pelle.
Si assume a digiuno, di mattina, per qualche settimana di seguito. Particolarmente utile per trattamenti periodici e durante i cambi di stagione.

L’alga spirulina. E’ un’alga di acqua dolce ricca di composti salutari:

La spirulina vanta numerose proprietà utili per l’organismo e in generale è un valido nutriente e ricostituente. Si può assumere in vari modi, dalle compresse alla polvere da sciogliere in acqua e anche sulla tavola, aggiunta a zuppe e insalate.
Questa piccola alga è antiossidante, anti-anemica, immunostimolante, depurativa e utile per lo sviluppo della massa muscolare. Inoltre è di particolare aiuto in caso di disturbi alimentari, anche di diverso tipo: offre infatti nutrimento a chi non mangia in modo adeguato e al tempo stesso favorisce la sensazione di sazietà.

Il ginseng. E’ una pianta adattogena, cioè aiuta l’organismo a trovare l’equilibrio psico-fisico anche quando è sottoposto a forti stress. Del ginseng si usa la radice, sia fresca che essiccata, da cui si estrae la polvere. I componenti attivi:

  • Fitocomplesso
  • Saponine
  • Oli essenziali
  • Polisaccaridi
  • Sali minerali
  • Vitamine del gruppo B

Grazie a tutto questo il ginseng agisce sull’organismo a 360°, adattando le funzioni fisiologiche alle diverse situazioni. Ha infatti la capacità di contrastare la debolezza, sia mentale che fisica, e di agire come rivitalizzante. Particolarmente utile contro la stanchezza cronica perché favorisce la produzione di adrenalina. Ed è anche immunostimolante, aiuta a combattere influenza e raffreddore.

Il ginseng si può assumere come integratore in compresse ma anche bere al posto del caffè per una pausa energizzante. Molto utile per tenersi su prima di un esame o di un colloquio di lavoro, e anche per contrastare le forme leggere di depressione, soprattutto se legate al cambio di stagione.

L’eleuterococco. E’ una pianta adatta per le condizioni di affaticamento e stress, e quando si passa dal caldo al freddo. E’ chiamato anche ginseng siberiano e proprio come il ginseng combatte la stanchezza mentale e fisica. Nello specifico migliora la capacità dell’organismo di resistere allo stress e alle situazioni difficili e ai fattori debilitanti. Merito del complesso fitoterapico, che produce ormoni coinvolti nella risposta immunitaria allo stress. L’eleuterococco è infatti particolarmente utile in caso di deperimento organico, calo dell’appetito e stanchezza fisica.

La maca. La maca è utile soprattutto per le donne, che sono spesso soggette a sbalzi d’umore. Il nervosismo e l’irritabilità possono minare anche la salute fisica ed è importante tenerli sotto controllo per ritrovare il benessere generale. E la maca ha la capacità di regolare la produzione ormonale, agendo così sui tipici disturbi femminili legati alla sindrome pre-mestruale e alla menopausa, ad esempio.

Spesso viene usata anche per risolvere problemi sessuali, sia per gli uomini che per le donne, in quanto vanta proprietà afrodisiache in grado di riaccendere il desiderio sessuale.
Si assume come compressa, estratto liquido o polvere.

Condividi quest'articolo

© Erboristeria | www.rodiola.it.

Zenobia s.r.l - P.IVA 01833970971 - R.E.A FI 475580 - Via Petrarca 53 - 59015 - Carmignano (PO)