4 Erbe officinali per dimagrire davvero

4 Erbe officinali per dimagrire davvero

Nella vita vi sarà capitato di leggere metodi per dimagrire di tutti i tipi: da quelli scientifici a quelli chirurgici passando per pubblicità di soluzioni miracolose. Non tutti offrono gli stessi benefici e garantiscono gli stessi risultati.

rimedi naturali si distinguono perché permettono di dimagrire e/o mantenere il peso forma in modo lento ma costante. Non sono terapie d’urto per il dimagrimento ma usare queste erbe officinali può aiutare a non ingrassare e ad accelerare il metabolismo. (Leggi anche coenzima q10 per dimagrire)

Per questo motivo, non promettendo miracoli, possono essere di aiuto nel lungo termine e sono rimedi naturali per perdere peso affidabili e sicuri. L’importante è assumere queste erbe dimagranti con cognizione di causa, dopo aver valutato attentamente gli effetti e senza sperare in un’eliminazione immediata e senza fatica dei kg di troppo. In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al medico prima di assumere integratori per dimagrire e simili in modo da escludere eventuali interazioni con altri farmaci o conseguenze per situazioni di salute particolari. Ad esempio l’assunzione di integratori di citrus aurantium è sconsigliata per chi ha problemi cardiovascolari. Anche perché, nonostante ricerche e test incoraggianti, spesso gli effetti dimagranti di caffè verde, arancia amara e altre piante, non sono ufficialmente confermati dall’Efsa (1) (Autorità Europea per la sicurezza alimentare).

Più che rimedi miracolosi per dimagrire, quindi, si tratta di “regole” che andrebbero seguite sempre per stare più in forma e in sintonia con il proprio corpo. Ovviamente l’uso di queste erbe dimagranti va abbinato ad uno stile di vita sano e non sedentario e ad un’alimentazione ipocalorica.

Detto questo è anche vero che tisane dimagranti ed erbe officinali per perdere peso possono essere maggiormente cercate e consigliate in alcuni periodi dell’anno particolari: ad esempio dopo le abbuffate delle feste, per tornare in forma dopo il parto oppure prima dell’estate per sfoggiare un fisico tonico e snello in spiaggia.

Dimagrire con gli effetti del citrus aurantium sul metabolismo

Diversi studi hanno evidenziato l’efficacia del citrus aurantium per dimagrire. Nonostante i risultati, va detto che nel claim ufficiale del Ministero della Salute, sotto la voce “citrus aurantium” non si legge conferma scientifica degli effetti di dimagrimento (viene comunque indicato per l'equilibrio del peso corporeo, stimolo metabolico e metabolismo dei lipidi).

Le ricerche confermano che questo frutto agisce come termogenico, ovvero è in grado di accelerare il metabolismo. E alla fine è proprio questo effetto dimagrante quello che incuriosisce di più, sia se usato solo che in combinazione con altre piante mediche. Spesso si trova ad esempio in abbinamento al caffè verde (2). Il prodotto Z-Slim 60 compresse contiene una formulazione specifica con tutte le erbe officinali indicate in questo articolo.

Con il termine scientifico di citrus aurantium, ci riferiamo sostanzialmente all’arancia amara prima che diventi matura. La sinefrina contenuta al suo interno trasforma il grasso in energia il che produce un effetto di dimagrimento.

Il caffè verde per dimagrire: funziona davvero?

Prima abbiamo citato gli effetti dimagranti della caffeina. E’ in particolare la variante del caffè verde quella che più di altre si è dimostrata in grado di accelerare il metabolismo. Il caffè verde altro non è che quello che si trova in natura prima della tostatura dei chicchi. L’effetto è legato ad una sostanza, l’acido clorogenico, contenuta nei chicchi e che purtroppo viene in gran parte persa con la tostatura. Questo polifeno contribuirebbe a ridurre l’assorbimento dei carboidrati e abbassa il livello di zuccheri nel sangue. Inoltre anche la caffeina, secondo alcuni studi, accelera il metabolismo. L’assunzione del caffè verde sembra essere piuttosto sicura. Raramente sono stati registrati effetti collaterali non gravi come mal di testa o diarrea. Tuttavia è sempre opportuno consultare preventivamente il medico e in ogni caso evitare il consumo in dosi elevate di caffeina. 

Ridurre la fame: l’efficacia della Garcinia

Un’altra pianta per perdere peso è la Garcinia cambogia, in particolare la sua buccia, ricca di acido idrossicitrico (HCA). Quest’ultimo contribuisce a ridurre il senso di fame. Più nello specifico blocca la formazione dell'Acetil CoA, responsabile dell'accumulo di adipe.

Il Ministero della Salute ha riconosciuto alla Garcinia indicazioni come controllo del peso e della fame (equilibrio del peso corporeo, controllo del senso di fame, metabolismo dei lipidi). Il che non vuol dire automaticamente che assumere Garcinia faccia dimagrire ma che potrebbe comunque essere un alleato in abbinamento ad una dieta sana e all’attività fisica.

In commercio la Garcinia si trova sotto forma di integratore, normalmente indicato per il dimagrimento o per contrastare la cellulite. Quando si sceglie un integratore di garcinia, bisognerebbe verificare che il principio attivo sia titolato e presente in alta percentuale. Se usata per brevi periodi (non oltre due mesi) questa pianta non dovrebbe causare effetti indesiderati, a meno che i soggetti non siano predisposti a problemi dell’apparato digerente. Si raccomanda sempre un consulto medico. I nostri integratori di Garcinia sono ad alto dosaggio con ben due diversi dosaggi: Garcinia 60 compresse 1000mg e Garcinia suprema 60 compresse da 1500mg 

Fucoxantina, il pigmento dall'alga wakame che ti aiuta a dimagrire

Ci sono diverse varianti di alghe che fanno dimagrire, come ad esempio il fucus, la laminaria o il kelp. Uno studio dell’Università di Hokkaido (3) avrebbe promosso in particolare le alghe giapponesi wakame, che contengono il pigmento marrone della fucoxantina. Quest’ultima avrebbe proprietà depurative e dimagranti per l’organismo. Come avvenga questo processo è ancora da approfondire: sembrerebbe un effetto legato all’UCP1, una proteina che agisce soprattutto a livello addominale. Inoltre la fucoxantina sembrerebbe stimolare la produzione di acido docosaesaenoico (DHA) il quale accresce la sensibilità cellulare a contatto con l’insulina. Per questo ne viene indicato l'impiego assieme all'olio di pesce ricco di EPA e DHA

Gli studi sulla fucoxantina hanno incoraggiato la produzione di integratori alimentari e prodotti dimagranti a base di alghe brune.

Restano ricerche condotte su animali e questo è un limite alla prova scientifica del potere dimagrante della fucoxantina. Piuttosto che credere agli effetti miracolosi delle alghe per dimagrire, è opportuno abbinare questi integratori ad una dieta sana e ad attività fisica giornaliera.

Le avvertenze relative al suo impiego sono le stesse che si ritrovano per tutte le alghe, in particolare per soggetti a rischio di allergia, donne in gravidanza o allattamento. Nessuna preoccupazione, invece, se durante l’assunzione di integratori di fucoxantina si hanno vampate di calore: è l’effetto della termogenesi. Per stare tranquilli comunque sempre meglio evitare il fai da te per dimagrire: anche quando si usano prodotti naturali per perdere peso non è da sottovalutare il parere medico.

Bibliografia
1 https://www.efsa.europa.eu/it/topics/topic/food-supplements;

2 Studio di Igho Onakpoya, Lucy Davies e Edzard Ernst;

3 H Maeda, M Hosokawa, T Sashima, K Funayama e K Miyashita, Fucoxanthin from edible seaweed, Undaria pinnatifida, shows antiobesity effect through UCP1 expression in white adipose tissue


Enrico Nunziati
Collabora da anni con decine di siti web, blog e forum che trattano di erbe officinali, erboristeria, salute e benessere. Per Kos edizioni ha pubblicato Vademecum di Erboristeria, un libro pensato per essere utile, scritto con Franco Bettiol e Irene Nappini.

Le informazioni presenti in questo articolo non possono e non devono sostituire il consulto medico. Ogni indicazione o suggerimento o rimedio naturale riportato NON deve essere seguito senza consulto del proprio medico.

Condividi